Pubbliredazionali di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 13 Novembre 2020 16:08

Urgenze legate a denti e bocca? Il centro “Nova Ars Medica” è aperto in sicurezza

Ivrea - La struttura, a Banchette d’Ivrea, applica protocolli rigorosi e scrupolosi per assicurare la serenità dei pazienti, riducendo al massimo i rischi di contagio da Covid-19. Procedure che iniziano prima dell’appuntamento e proseguono con l’arrivo al Centro.

Nova Ars MedicaNova Ars Medica - Banchette d'Ivrea.

L’epidemia per Covid-19 mette a dura prova il mondo, ma il virus non ha messo “in pausa” tutti gli altri aspetti delle nostre vite, compresi i contrattempi e le urgenze, legati ad esempio alle patologie dei denti e della bocca. Si tratta di eventi sui quali, complice anche la paura diffusa nel periodo, si è portati a transigere o indugiare, ma gestire queste emergenze, proprio perché legate a motivi sanitari, è possibile. A Banchette d’Ivrea è aperto, per permettere di affrontarle, il centro odontoiatrico Nova Ars Medica.

E oltre al fatto che le norme lo consentano, le procedure seguite dalla struttura per ridurre al massimo il rischio di contagio, e far sì che le prestazioni vengano erogate in sicurezza per la clientela, sono rigorose e scrupolose. Protocolli stilati dal Consiglio superiore della sanità e rivisti, in senso ancora più restrittivo, dall’Ordine dei chirurghi ed odontoiatri, che partono da prima dell’appuntamento, con un contatto con il cliente, effettuando un “triage” sulle sue condizioni.

Se non emergono profili di rischio, viene confermata la visita e, all’arrivo al centro, vi è anzitutto la rilevazione della temperatura, seguita dalla compilazione di un modulo relativo ad informazioni sullo stato di salute, su eventuali sintomatologie riconducibili al contagio e sugli spostamenti dell’ultimo periodo. Un ulteriore verifica, mirata a consentire al paziente di accedere in serenità allo studio (non prima di aver indossato calzari e mascherina ed essersi disinfettato le mani con gel igienizzante). La sosta in sala d’attesa sarà solo per il tempo dello smistamento e senza altri contatti.

Concluso il trattamento, il cliente verrà congedato senza protrarre oltre il necessario la sua presenza nello studio, anche perché il personale procederà alla sanificazione di tutti i locali in cui è transitato e preparerà la visita successiva, con identico protocollo. Sul fronte degli operatori, tutte le figure con cui si viene a contatto indossano camici monouso, doppi guanti, mascherina (una “fp2” con sopra una “chirurgica”), calzari, visiera occhiali e cuffie, per assicurare non solo la loro protezione, ma anche quella di coloro con cui vengono a contatto.

Misure alle quali si affiancano la professionalità, competenza e gentilezza dello staff e del personale medico, perché “Nova Ars Medica” significa attrezzature all’avanguardia, nell’ambito di una struttura tecnologicamente e scientificamente avanzata. Tra le prestazioni che contraddistinguono il centro, l’implantologia, con la possibilità di intervenire a favore di chi ha perso tutti i denti (o porta una dentiera), nonché di chi deve sostituire la radice di uno o più denti naturali mancanti.

Un processo che si articola su tre fasi, dal risultato finale parecchio valido, con denti che hanno aspetto, funzione e sensazione identica a quelli naturali e durata maggiore ai ponti o alle protesi, offrendo inoltre un supporto strutturale più forte. E poi, in fatto di chirurgia avanzata, c’è la tecnica “Columbus Bridge”, fiore all’occhiello di “Nova Ars Medica”, che permette di posizionare nella stessa giornata la protesi fissa a carico immediato, ridonando “i denti nuovi in 24 ore”, senza interventi di incremento o di innesto osseo.

Al centro di Banchette ci si può rivolgere anche per altri servizi, come lo sbiancamento professionale e l’igiene, l’odontoiatria pediatrica, l’odontoiatria conservativa, quella estetica, l’ortodonzia invisibile e tradizionale, la chirurgia orale e la parodontologia. La prima visita è sempre gratuita e senza impegno e, quanto a diagnostica delle patologie della bocca, “Nova Ars Medica” opera in stretta collaborazione con l’ospedale Giovanni Bosco di Torino e l’Ospedale civico di Ivrea, per eventuali percorsi di terapia. Inoltre, vi è la possibilità della consulenza di un chirurgo maxillofacciale, nonché di effettuare piezochirurgia e chirurgia orale con laser.

Nell’insieme, la paura del virus è comprensibile, ma procrastinare il trattamento di un’urgenza può esporre a conseguenze problematiche. Coniugare le esigenze con la sicurezza, in fondo, è possibile.

Per informazioni:
Centro Odontoiatrico
“Nova Ars Medica”
Via Uscello, 3/E
(di fronte al centro commerciale “Bennet” di Pavone)
Banchette

Aperto dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 19.

Tel. 0125 51097

Sito web

Pagina Facebook

Direttore sanitario: Dott. Alessandro Bossone, iscr. Albo odontoiatri Torino n. 2961.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>