Aumenta la disponibilità di tamponi al Drive-In

I tamponi vengono effettuati dal lunedì al sabato, dalle ore 08 alle 12:30, dietro il pagamento del ticket sanitario e su prenotazione. 
Sanità

Per rispondere alle richiesta degli utenti, l’Usl ha deciso di incrementare la disponibilità di tamponi da effettuarsi presso la struttura Drive-in, aumentando in modo significativo il numero dei posti disponibili nelle agende.

I tamponi vengono effettuati dal lunedì al sabato, dalle ore 08 alle 12:30, dietro il pagamento del ticket sanitario e su prenotazione. 

Le prenotazioni devono essere effettuate tramite CUP (telefonico – 0165.548387 – oppure presso gli sportelli sul territorio) dal lunedì al venerdì dalle ore 08 alle 16:30 e gli utenti devono presentarsi al Drive-in in possesso dell’attestazione di pagamento del ticket.
I cittadini non soggetti all’obbligo vaccinale dovranno presentare il certificato di esenzione al momento dell’effettuazione del tampone.

Il personale amministrativo del Drive-in consegnerà l’esito del tampone subito dopo l’effettuazione. La certificazione verde Covid-19 (Green pass) sarà disponibile sul portale del Ministero della Salute. Si raccomanda di recarsi al Drive-in rispettando l’orario stabilito all’atto della prenotazione, per evitare disagi all’organizzazione e il possibile annullamento dell’effettuazione del test.

Fino ad oggi erano un 300 circa i tamponi che potevano essere effettuati nel tendone allestito all’Espace Aosta, una parte dei quali destinati alle strutture sanitarie e ospedaliere. Da quanto si apprende in questa prima settimana di obbligo di Green Pass per tutti i lavoratori ci sono sempre state delle disponibilità residue di tamponi. Negli ultimi giorni però le richieste sono aumentate. Da qui la decisione dell’Usl di ampliare sensibilmente l’offerta. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sanità
Sanità