Il Comune di Aosta aderisce al progetto “Orto in condotta” di Slow Food per le scuole

L'accordo triennale – un protocollo di intesa – tra Comune di Aosta e l’associazione Slow Food nasce per sviluppare l’educazione ambientale, alimentare e del gusto nelle scuole, anche attraverso la conoscenza del territorio e dei suoi prodotti.
Immagine di repertorio
Scuola

Un accordo triennale – un protocollo di intesa – tra Comune di Aosta e l’associazione Slow Food per aderire al progettoOrto in condotta” per sviluppare l’educazione ambientale, alimentare e del gusto nelle scuole, anche attraverso la conoscenza del territorio e dei suoi prodotti.

Nello specifico dell’intesa – si legge in una nota di piazza Chanoux – Slow Food si impegna ad elaborare, insieme agli insegnanti coinvolti nel progetto, le caratteristiche peculiari dell’orto e dei suoi futuri ampliamenti che dovranno rispettare la coltivazione attraverso processi produttivi ecologici ed il fatto che le varietà coltivate dovranno prevedere ortaggi del territorio, scelti in particolare tra quelli catalogati nell’Arca del Gusto e nel progetto dei Presìdi Slow Food.

Ogni proposta, per essere approvata, sarà preventivamente sottoposta all’Ufficio Verde del Comune.

Con le scuole, si aprirà la collaborazione con gli insegnanti per elaborare una didattica e un programma pluridisciplinare per l’educazione alimentare e prenderà il via un corso di aggiornamento sull’educazione ambientale, alimentare, sensoriale e del gusto, gestione dell’orto e progettazione didattica.

Ai plessi scolastici coinvolti verrà fornito il materiale per consentire la registrazione di video o la realizzazione di reportage fotografici ed il materiale didattico, mentre verranno organizzati incontri informativi di educazione alimentare, sensoriale e del gusto rivolti ai genitori degli alunni.

Il progetto – si legge in un comunicato –  “prevede una costante sinergia tra Istituzioni scolastiche coinvolte, Comune di Aosta e associazione di promozione Slow Food, condotta di Aosta per avviare con gradualità ed eventuali implementazioni le attività proposte che saranno concordate di anno in anno, sulla base degli esiti della sperimentazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte