Refezione scolastica e trasporto, invariate le tariffe di Aosta per il 2022/23

Per i residenti nel Comune di Aosta, la quota a carico dell’utente per ciascun pasto in caso di primo figlio, pari a 4 euro, sarà di 2,50 euro per i nuclei con più figli. Rispetto allo scorso anno scolastico restano invariate anche le soglie Isee per ottenere le riduzioni.
refezione
Scuola

Il costo della retta annuale per le mense scolastiche del Comune di Aosta per l’anno 2022/23 resta confermato nella cifra di 20 euro. A deciderlo, ieri, la Giunta del capoluogo che ha definito le quote contributive a carico degli utenti dei servizi di refezione e trasporto.

Per i residenti nel Comune di Aosta, la quota a carico dell’utente per ciascun pasto in caso di primo figlio, pari a 4 euro, sarà di 2,50 euro per i nuclei con più figli, per ognuno di essi iscritto successivo al primo.

Rispetto allo scorso anno scolastico restano invariate anche le soglie del valore Isee per ottenere le riduzioni. In particolare, per valori da 0 a 4.000 euro la riduzione sarà del 75 per cento rispetto alla quota intera, per valori da 4.000, 01 a 6.500 euro la riduzione sarà del 50 per cento, mentre con valori superiori a 6.500 euro si pagherà la quota intera.

Per i minori che risultano in affidamento e collocati presso comunità o istituti di assistenza è prevista la concessione dell’esenzione totale dal pagamento della quota, previa richiesta dell’Ufficio regionale competente.

Per i minori, studenti e studentesse, appartenenti a famiglie profughe ucraine, iscritti/e presso le cinque Istituzioni scolastiche, è prevista la fruizione del Servizio di refezione a titolo gratuito, fatto salvo – nell’ottica della co-responsabilità educativa e sociale – altre Fondazioni ed Associazioni non ne sostengano i costi.

Gli alunni non residenti nel Comune di Aosta corrisponderanno invece una quota pari a 6 euro per ciascun pasto, oppure, in caso di convenzione, la quota massima riservata ai residenti del capoluogo (ovvero 4 euro). I residenti nelle frazioni di Arpuilles, Excenex e Signayes che usufruiscono della refezione del Comune di Gignod, corrisponderanno le quote fissate dall’ente per i propri alunni residenti. Inoltre, la quota per i genitori che intendono consumare il pasto durante i sopralluoghi nelle sedi di refezione sarà di 7 euro.

Infine, a studenti e familiari di stagisti provenienti da fuori Valle d’Aosta e protagonisti di scambi culturali, che usufruiscono del servizio di refezione verrà applicata la tariffa riservata ai residenti nel Comune di Aosta per la durata del loro distaccamento nelle istituzioni scolastiche cittadine.

Lo stesso trattamento verrà garantito ai minori frequentanti il servizio di refezione che non possono richiedere la residenza nel comune di Aosta per motivi politici o di pubblica sicurezza.

Quanto al trasporto studenti sulla linea Arpuilles – Execenex – Gignod, il servizio a tessera di abbonamento mensile avrà un costo di 45 euro che per i mesi di settembre e giugno sarà ridotto rispettivamente del 25 e del 50 per cento. Per i nuclei con più figli che utilizzano il servizio, solo se residenti nel Comune di Aosta, la quota sarà di 15 euro mensili per ogni figlio iscritto successivo al primo.

Per i valori Isee che danno diritto a riduzioni e all’esenzione per i minori in affidamento e per i minori studenti e studentesse appartenenti a famiglie profughe ucraine, varranno le stesse regole adottate per il servizio di refezione scolastica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Società
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte