Simona D’Agostino è la nuova Segretaria generale della Flc Cgil

L'elezione è arrivata sabato 3 dicembre nella sala congressi dell’Hotel Duca d’Aosta, durante il congresso regionale al quale ha preso parte Manuela Calza, segreteria nazionale Flc Cgil.
Simona DAgostino
Scuola

Simona D’Agostino è la nuova Segretaria generale della Flc Cgil. L’elezione è arrivata sabato 3 dicembre nella sala congressi dell’Hotel Duca d’Aosta, durante il congresso regionale al quale ha preso parte Manuela Calza, segreteria nazionale Flc Cgil, e Vilma Gaillard, segretaria generale Cgil Valle d’Aosta.

D’Agostino subentra a Claudio Idone per 4 anni alla guida del sindacato della scuola della Cgil.

“In questi anni abbiamo assistito a un peggioramento dell’Amministrazione scolastica: è urgente un potenziamento e una riorganizzazione dell’apparato della sovrintendenza,  – nel suo intervento conclusivo Claudio Idone ha sottolineato – sono troppi i ritardi che l’amministrazione in questi anni sta palesando rispetto all’espletamento degli atti ordinari, ci si aspetterebbe che una regione autonoma, con un numero molto limitato di abitanti e di insegnanti, avesse un apparato organizzativo migliore. Tale deficit si verifica anche nelle segreterie delle istituzioni scolastiche, prive delle dotazioni organiche di personale di cui necessiterebbero”.

Per la neo segretaria generale Flc Cgil Valle d’Aosta Simona D’Agostino: “I dati sulla natalità sono drammatici, così come drammatici sono le conseguenze sulla scuola e suoi organici. I motivi della denatalità sono molteplici: dalla mancanza di politiche sulla sicurezza sociale e economica, a politiche di welfare quasi inesistenti, alla diminuzione degli immigrati stranieri che incidevano positivamente sulle nascite. Analizzare le cause serve sicuramente a comprenderne anche gli effetti e le possibili soluzioni: per noi deve essere chiaro come si immagina di programmare un nuovo modello di scuola che risponda alla denatalità mantenendo organici ma soprattutto, per la VdA , mantenendo un modello di scuola, in particolare della scuola dell’infanzia e primaria che hanno permesso un’istruzione di qualità e inclusiva. Oggi questo modello è in forte crisi e la risposta non può essere l’anticipo scolastico come soluzione per non chiudere scuole o sostituire un sistema di welfare di assistenza alla prima infanzia che deve essere a carico degli enti locali”.

La segreteria regionale è composta oltre che dalla segretaria generale Simona D’Agostino anche da Davide Vinci, Mauro Tamborin ,Marzia Ortolan e Stefano Mauro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Scuola

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte