Ad Aosta un trekking urbano per riscoprire i luoghi di spettacolo

Anche Aosta sarà tra le città italiane che, lunedì 31 ottobre, parteciperanno alla Giornata Nazionale del trekking urbano, per portare i partecipanti alla (ri)scoperta dei luoghi di spettacolo che caratterizzano il capoluogo.
Conferenza XIX Giornata del Trekking Urbano
Società

Anche quest’anno la città di Aosta ha deciso di aderire alla Giornata nazionale del Trekking urbano, l’iniziativa nata su impulso del Comune di Siena con lo scopo di proporre, a residenti e turisti, itinerari culturali da svolgersi rigorosamente a piedi per riscoprire la città. Dopo l’”edizione zero” del 2021, a cui l’amministrazione aveva preso parte per mettere in evidenza le bellezza di Aosta in un periodo di bassa stagione, la città ha deciso di rimettersi nuovamente in gioco, proponendo questa volta un itinerario che si concentra sui luoghi dell’intrattenimento ed ha come titolo “Aosta: Luoghi di spettacolo dall’antichità ad oggi”.

Tema nazionale del percorso di trekking urbano, per questa XIX edizione, è infatti “Che spettacolo di trekking”, un’originale chiave di lettura del patrimonio culturale cittadino che va a toccare i vari luoghi del tessuto urbano che nei secoli si sono prestati a funzioni di spettacolo, fino ai nostri giorni. L’obiettivo è quello di far scoprire ai turisti i luoghi simbolo della città, ma anche quello di invitare i residenti a guardare con occhi diversi gli angoli di Aosta che sono abituati a vedere quotidianamente, ma davanti ai quali non si sono mai soffermati.

Tappa immancabile del percorso, che come in tutta Italia si terrà lunedì 31 ottobre, sarà il Teatro romano che per l’occasione, ha spiegato Alina Sapinet, Assessora comunale allo Sviluppo economico, alla Promozione turistica e allo Sport, sarà visitabile gratuitamente. “Nessuno viene in Valle d’Aosta senza visitare il capoluogo e nessuno viene ad Aosta senza vedere il Teatro romano. E’ proprio da questo luogo simbolo della città che abbiamo deciso di partire per legarci al tema nazionale” ha raccontato Elisabetta Converso, fondatrice della società “Art of Guiding“, che quest’anno accompagnerà i partecipanti lungo il percorso.

L’itinerario

Il ritrovo è sotto i portici di Piazza Chanoux con tre diversi orari di partenza: il primo alle 14, il secondo alle 14.15 e l’ultimo alle 14.30. Dopo la tappa al Teatro e all’Anfiteatro romano, l’itinerario proseguirà con un percorso attraverso i vari punti cittadini che si sono mano a mano prestati a funzioni di spettacolo, come il primo teatro municipale costruito nell’Ottocento, fino ai luoghi più contemporanei. Si percorreranno quindi gli spazi di Aosta che negli ultimi anni sono stati set di importanti produzioni cinematografiche e televisive. Il percorso si concluderà con il ritorno in Piazza Chanoux dove si potranno assaggiare dolci e prelibatezze varie grazie alla concomitante manifestazione “Art&Cioccin programma fino all’1 novembre.

Info e prenotazioni

L’itinerario, lungo circa 3 km e di bassa difficoltà, è alla portata di tutti, essendo piuttosto pianeggiante. La partecipazione è aperta a tutti con prenotazione obbligatoria, a partire dal 24 ottobre, chiamando il numero 351 8911081 (dalle 18 alle 21). Per ulteriori informazioni inviare una mail a info@art-of-guiding.it

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte