Al Gran Galà di fine anno ci si confronta con il miele dall’antipasto al dessert

L’Unione cuochi Valle d’Aosta che, dal 1985 ad oggi, ha raccolto 140 professionisti iscritti, organizza martedì 24 novembre a Montjovet una serata dove protagonista è la cucina dei grandi chef. Riproposto il “Trofeo Rinaldo Bertolin"
Fabrizio Faccio - Presidente Unione cuochi VdA
Società
Sarà il gusto il senso protagonista del “Gran Galà di fine anno” organizzato dall’Unione cuochi Valle d’Aosta che, dal 1985 ad oggi, ha raccolto 140 professionisti iscritti, uno di quei club ai quali a molti piacerebbe essere iscritti solo per fare presenza e per degustare le sperimentazioni culinarie dei soci. La manifestazione si terrà martedì 24 novembre, presso l’hotel “Napoleon”, a Montjovet. Due i concorsi di cucina per professionisti ed allievi che saranno al centro della serata: “Il miele dall’antipasto al dessert senza eccezioni”, riservato ai professionisti, che prevede la realizzazione di 6 porzioni più il piatto singolo di presentazione che verranno valutati da una Giuria composta da chef esperti e giornalisti, che valuteranno l’aspetto, la presentazione, il gusto, l’innovazione e la difficoltà. Per le scuole alberghiere sarà riproposto inoltre, dopo il successo della scorsa edizione, il “Trofeo Rinaldo Bertolin”. Le cena è aperta a soci, familiari e a tutti i simpatizzanti. Il ritrovo è previsto alle ore 19.30 per l’aperitivo, mentre la cena, a cura degli chef dell’associazione, avrà inizio alle ore 20.30. Durante la cena di Gala verranno esposte le nuove iniziative dell’Unione Cuochi Valle d’Aosta per il 2010 e il bilancio relativo alle iniziative svoltesi nel 2009.

In questa importante occasione ci sarà inoltre l’investitura del primo candidato al premio“dalla parte dei cuochi”, destinato a chi in tutti questi anni ha saputo valorizzare il nostro essere cuochi, pur non essendo un cuoco, anzi ha dato tutto il suo sapere per il nostro essere cuochi” dichiara il presidente del’Unione cuochi vda, Fabrizio Faccio che continua ”La scelta ardua, ma richiesta e sostenuta a più voci è caduta sulla signora Maria Pia Praz, eccezionale persona che con il compianto Dottor Rigois ha dato veramente tutto per noi “allievi”. 

Maria Pia Praz, dal 1993 è stata direttore dell’École Hôtelière. Per oltre trent’anni, è inoltre stata coordinatrice didattica e collaboratrice del prof. Filippo Rigois, fondatore di una Scuola rigorosa.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte