Approvato il Bilancio regionale tra franchi tiratori e 40 ore di assemblea

Ci sono volute 40 ore di assemblea per dibattere la legge Finanziaria e il Bilancio di previsione. Una discussione che si è dovuta prolungare anche nel week end e che si è caratterizzata per la presenza di franchi tiratori che...
Società

Ci sono volute 40 ore di assemblea per dibattere la legge Finanziaria e il Bilancio di previsione. Una discussione che si è dovuta prolungare anche nel week end e che si è caratterizzata per la presenza di franchi tiratori che hanno fatto traballare la maggioranza.
Alla fin fine tutto è andato come doveva andare, anche se segnali chiari sono stati lanciati internamente alla maggioranza e la minoranza ne ha approfittato per farla barcollare, o quanto meno per farla restare con il fiato sospeso. E’ stato il caso dell’art. 35 della Finanziaria, per il finanziamento di 60mila euro l’anno per tre anni, al neonato Aeroclub “Corrado Gex”.
Per Elio Riccarand dell’Arcobaleno non si giustificherebbe la nascita di un ulteriore Aeroclub in concorrenza con quello già esistente, a fronte inoltre di soli 36 soci rispetto ai 360 dell’Aero Club Valle d’Aosta. A presiedere il nuovo Aereoclub, specializzato solo nel volo ultraleggero, sarà il senatore Augusto Rollandin. Per i consiglieri dell’Arcobaleno sarebbe proprio questo il motivo della protesta sfociata in due emendamenti e nella richiesta di votazione segreta. Riccarand ha, infatti, commentato che “per fare un piacere al senatore Rollandin la Giunta ha rischiato una bocciatura che avrebbe messo in discussione tutta la manovra di bilancio. Un atteggiamento irresponsabile” .
Di fatto l’articolo è passato ma con un solo voto di scarto: 17 a 16. In una nota Elio Riccarand sottolinea che “la Giunta ha dovuto riconoscere che, al momento, visto quanto emerso in Consiglio, il finanziamento al nuovo Aero Club non sarà comunque deliberato“. Il dibattito in generale sui lavori del Consiglio ha messo in evidenza le tensioni interne alla maggioranza anche se poi sulla votazione del Bilancio questa è riuscita a ricompattarsi con 21 voti a favore.
E’ passato, inoltre, con 19 voti favorevoli e 14 contrari, l’aumento di capitale sociale della “Casinò de la Vallée “, anche qui non sono mancati due franchi tiratori.
La finanziaria che abbiamo chiuso é seria e risponde alle domande dei valdostani” ha commentato poi Luciano Caveri, Presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta, alle critiche al Bilancio di previsione rivolte dai consiglieri regionali Claudio Lavoyer ed Elio Riccarand. “Certe turbolenze politiche, causate da ricorso strumentale del voto segreto da parte delle opposizioni – ha precisato Caveri – richiedono una riflessione anzitutto in seno alla maggioranza“. Per il Presidente della Regione “ogni drammatizzazione è ridicola“.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società