Arpa, i sindacati chiedono alla Regione di revocare la selezione

"In difetto - scrivono le organizzazioni sindacali - percorreremo tutte le vie possibili per la tutela dei principi fondamenti del rapporto di lavoro".
La sede dell'Arpa
Società

"Richiedere ad un lavoratore di lavorare gratuitamente per la pubblica Amministrazione è contrario alla normativa vigente ed alle regole del vivere comune e lo è ancor più in un momento di crisi economica quale quella in corso". Cosi in una nota congiunta Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl, Savt-Fp, Cgil, Cisl, Uil e Savt in relazione all’avviso di collaborazione dell’Arpa.

Nei giorni scorsi il Direttore Giovanni Agnesod aveva dichiarato di voler sospendere la procedura ma i sindacati, denunciando come al momento non vi sia "alcuna comunicazione formale", rilanciano chiedendo alla Regione di revocare in via di autotutela l’avviso di selezione. "In difetto – scrivono le organizzazioni sindacali – percorreremo tutte le vie possibili per la tutela dei principi fondamenti del rapporto di lavoro".

Lapidario il commento sulla vicenda. "Nessuno, tanto meno la pubblica Amministrazione – scrivono nella nota i sindacati –  può nascondersi dietro la crisi per approfittare del lavoro altrui senza remunerarlo, calpestando i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori".

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte