Buona la prima per la “Coppa del mondo della solidarietà”, raccolti 5mila euro

La prima cena di gala si è svolta mercoledì 18 gennaio scorso presso la Scuola alberghiera di Châtillon e ha fatto registrare il tutto esaurito con 90 persone, per un totale di quasi 5mila euro raccolti, che hanno avuto il piacere di gustare le prelibatezze di un menu di alta cucina creato dai cuochi Agostino Buillas e Alfio Fascendini.
coppa del mondo della solidarietà
Società

Buona la prima per la “Coppa del mondo della solidarietà”, il nuovo progetto promosso dalla Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta in collaborazione con l’École hôtelière de la Vallée d’Aoste, per il riutilizzo delle derrate alimentari acquisite in occasione della Matterhorn Cervino Speed Opening di Cervinia-Zermatt poi annullata a causa della mancanza di neve.

La prima cena di gala si è svolta mercoledì 18 gennaio scorso presso la Scuola alberghiera di Châtillon e ha fatto registrare il tutto esaurito con 90 persone, per un totale di quasi 5mila euro raccolti, che hanno avuto il piacere di gustare le prelibatezze di un menu di alta cucina creato dai cuochi Agostino Buillas e Alfio Fascendini.

Durante la serata, il segretario generale della Fondazione comunitaria Patrik Vesan ha sottolineato l’importanza della solidarietà e della condivisione: “’Donare significa condividere. Io ho scoperto il vero significato della parola ‘condivisione’ a 22 anni. Ero in Francia e venni invitato a cena da un compagno di università di origini africane che mi offrì una ciotola di riso bollito con spezie. Era tutto ciò che poteva mangiare durante la settimana, ma era contento di donarla”.  Vesan ha quindi spiegato che l’auspicio è quello di poter riproporre anche in futuro iniziative simili alla “Coppa del mondo della solidarietà” in quanto occasioni importanti per riscoprire il vero significato del dono insieme ai propri “compagni” di tavolo, ovvero, riprendendo l’etimologia latina, insieme a “coloro con cui condividere il pane”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte