Caso Cogne

E' terminata solo verso le 19 di ieri l'udienza preliminare del processo per l'omicidio del piccolo Samuele Lorenzi. Le otto ore di confronto serrato tra difesa, accusa e periti non sono bastate: l'udienza sarà ripresa il prossimo...
Società

E’ terminata solo verso le 19 di ieri l’udienza preliminare del processo per l’omicidio del piccolo Samuele Lorenzi.
Le otto ore di confronto serrato tra difesa, accusa e periti non sono bastate: l’udienza sarà ripresa il prossimo 31 maggio. In questa data, Anna Maria Franzoni, unica indagata per la morte del figlio Samuele, dovrebbe conoscere il suo destino di imputata. Il gup Eugenio Gramola dovrà decidere se rinviarla a giudizio o se dichiarare il non luogo a procedere cioè il proscioglimento.
Durante l’udienza di ieri sono state esaminate le tre perizie disposte dal gup, quella del tedesco Hermann Schmitter sulle traiettorie degli schizzi di sangue trovati nella stanza del delitto, quella di Piero Boccardo sulla compatibilità tra un frammento osseo rilevato sulla manica del pigiama e una macchia di sangue sul lenzuolo, e quella del medico legale Vincenzo Pascali su alcune tracce di sangue sugli zoccoli dell’imputata.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società