Chamois, chiusa la teleferica. A settembre stop della funivia per manutenzione straordinaria

Sono in corso i lavori di manutenzione della teleferica per il trasporto merci. Dal 6 settembre chiuderà la funivia per un intervento di manutenzione straordinaria. Un servizio sostitutivo di mezzi fuoristrada consentirà di raggiungere Chamois.
Chamois, Valle d'Aosta
Società

Sono in corso i lavori di manutenzione della teleferica che trasporta le merci da Buisson, località di Antey-Saint-André, a Chamois. È di 638 mila 394 euro la spesa, deliberata dalla Giunta regionale in data 31 maggio, per finanziare gli interventi previsti.

A settembre toccherà alla funivia che consente a residenti, abitanti e turisti di raggiungere “il paese senz’auto”. In vista della manutenzione straordinaria dell’impianto a fune di proprietà regionale, domattina si terrà un incontro tra la società che eseguirà i lavori, la Regione e il Comune. Durante la riunione interverranno il Dirigente regionale alle Infrastrutture Funiviarie Giuliano Zoppo e il Sindaco Lorenzo Mario Pucci.

Funivia Chamois Buisson
Funivia Chamois Buisson

La funivia, unico mezzo di trasporto pubblico per arrivare a Chamois, resterà chiusa dal 6 settembre al 26 novembre 2021. Nei mesi di stop, sarà previsto un servizio sostitutivo mediante mezzi fuoristrada.

Attualmente l’impianto è in funzione ogni giorno, dal mattino (ore 7) fino alla sera (ore 22.25, ultima corsa). Le corse sono previste ogni mezz’ora, salvo casi di forte affluenza in cui i viaggi si susseguono. In alta stagione poi vi è la possibilità di organizzare corse straordinarie. La capienza è ridotta al 50% causa covid: se prima si viaggiava in quarantadue, ora l’accesso alla cabina è consentito a un massimo di venti persone.
Nei periodi di bassa stagione transitano solo due o tre persone al giorno. I numeri crescono nei mesi di giugno, luglio e agosto con l’arrivo dei turisti. Il primo cittadino segnala in proposito “solo negli ultimi giorni si sono avvicinati a Chamois proprietari di seconde case e qualche turista. Si sta intensificando il passaggio e l’arrivo a Chamois lungo la strada de La Magdeleine”.

Dopo la recente tragedia della funivia Stresa-Mottarone, con quattordici vittime, tra i turisti si è insinuata qualche preoccupazione. C’è chi ha telefonato e chi ha scritto per domandare informazioni in merito alla sicurezza del mezzo.
“Lo strumento è tenuto d’occhio dai gestori che osservano tutte le accortezze e adesioni ai protocolli per le manutenzioni” conferma il primo cittadino. Recentemente sono state sostituite le funi. La manutenzione straordinaria prevista a settembre riguarderà anche qualche innovazione tecnologica di cui l’impianto necessita.
Che dire al turista? “Vieni perché abbiamo fatto di tutto per tenere in assoluta sicurezza la gestione di un fondamentale mezzo di trasporto”. Oltre a ciò, il personale, sempre più professionalizzato nella gestione dell’impianto, è costantemente aggiornato. “Siamo certi di essere in buone mani” rassicura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
   Eventi
Precedente
Successivo
   Foto
Precedente
Successivo
   Video
Precedente
Successivo