Con una serie di iniziative la Valle ricorda la terribile alluvione del 2000

Dal 30 settembre al 15 ottobre l'evento "Valluvione" ricorderà alla comunità e, in particolare ai giovani, il tragico alluvione che nell'ottobre del 2000 sconvolse la Valle provocando 19 vittime e danni materiali per oltre 800 milioni di euro.
Alluvione del 2000 al quartiere Dora
Società

Dal 30 settembre al 15 ottobre una serie di iniziative, che si riuniscono sotto il nome di “Valluvione, ricorderanno alla comunità  il tragico alluvione che nell’ottobre del 2000 sconvolse la Valle d’Aosta provocando 19 vittime e danni materiali per oltre 800 milioni di euro. A volerle e a promuoverle, grazie anche al contributo di diverse aziende private e ai fondi comunitari, l’amministrazione regionale della Valle d’Aosta con un obiettivo dulplice: sensibilizzare la popolazione e in particolare i giovani sui rischi idrogeologici e sull’importanza della prevenzione.

“Riteniamo giusto, anzi doveroso, commemorare degnamente tutti coloro che soffrirono a causa di quel tragico evento di dieci anni fa – ha dichiarato il Presidente Augusto Rollandin durante la presentazione alla stampa – ma anche rendere conto di come la società valdostana abbia saputo reagire con la forza d’animo che da sempre caratterizza la nostra gente”.

“Valluvione” si articolerà in diverse iniziative, molte pensate per i giovani e, quindi, organizzate alla Cittadella di Aosta. Innanzittutto un ciclo di conferenze, una mostra interattiva, un sito web, alcuni atelier formativi e un film documentario realizzato in collaborazione con la sede regionale della Valle d’Aosta, che sarà proiettato durante la commemorazione ufficiale in programma nel salone del Palazzo regionale il 15 ottobre alle 16.

Sarà organizzato anche un convegno dedicato alle azioni intraprese per le calamità idrogeologiche con la creazione di un sistema integrato di protezione civile e l’evoluzione del sistema regionale dii difesa dai rischi idrogeologici. La serie di iniziative riunite sotto il nome di Valluvione saranno anche l’occasione per fare il punto su ciò che è stato fatto sul territorio per riparare i danni materiali e per migliorare il sistema di protezione civile. “A dieci anni dall’alluvione dell’ottobre 2000 gli interventi di ricostruzione delle infrastrutture danneggiate e’ stata completata per il 97% – ha dichiarato Marco Viérin.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte