Consegnate 3583 per chiedere l’elettrificazione della tratta ferroviaria Pré-St-Didier- Aosta-Ivrea

Il comitato Pendolari Stanchi VDA ha consegnato questa mattina le firme della petizione nelle mani del Presidente del Consiglio Valle, Albert Cerise. Presentando poi il quadro della situazione dopo icambiamenti del 6 marzo.
Società

Sono state 3583 le firme raccolte dal comitato Pendolari Stanchi VDA attraverso una petizione per chiedere lʼelettrificazione della tratta ferroviaria Pré-Saint-Didier- Aosta-Ivrea. Una delegazione del Comitato questa mattina le ha consegnate ufficialmente nelle mani del Presidente del Consiglio Valle, Albert Cerise, che nei prossimi giorni si occuperà di avviare lʼiter di discussione e approfondimento della petizione come prescritto dal Regolamento e dalla prassi.

La petizione chiede di impegnare la Giunta Regionale e tutte le istituzioni ineteressate ad avviare immediatamente e in via prioritaria lʼelettrificazione e lʼammodernamento (raddoppio selettivo e rettificazione della linea) della tratta ferroviaria PréSaintDidier- Aosta-Ivrea anche facendo ricorso a fondi propri.

“La consegna – scrive il Comitato dei pendolari stanti – è stata anche lʼoccasione per rappresentare al Presidente Cerise la situazione attuale della linea con i miglioramenti che ci sono stati dopo i cambiamenti del 6 marzo con lʼintroduzione dei treni elettrici da Ivrea a Torino e le rotture di carico ad Ivrea e Chivasso.Mentre ad Ivrea sembra, per ora, funzionare tutto per il meglio a Chivasso i pendolari ci segnalano notevoli problemi dovuti alla mancanza di segnalazioni e di informazioni, alla ressa che spesso accompagna la rottura di carico e alla distanza con il binario di coincidenza che per non perdere il treno costringe i passeggeri ad attraversare i binari a piedi. Anche su queste problematiche il comitato si sta attivando con Trenitalia per sollecitare delle rapide soluzioni”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società