Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 13 Gennaio 2021 11:35

Consiglio Valle: associazioni ambientaliste in piazza Deffeyes

Aosta - Le associazioni chiedono "a questo Governo regionale onestà, apertura e coraggio in attesa di un segno tangibile di discontinuità rispetto al passato,  lavorando in modo unitario e collaborativo alla predisposizione di un piano di sviluppo globale e non settoriale per assicurare un futuro migliore a tutti noi cittadini e alle nostre famiglie".

I comitati Discarica Sicura e La Valle non è una discaricaI comitati "Discarica Sicura" e "La Valle non è una discarica"

“Per richiamare l’attenzione del Consiglio regionale sull’importanza di una visione di indirizzo chiara e lungimirante per il futuro della Valle d’Aosta”, una piccola rappresentativa di organizzazioni ambientaliste e comitati civici valdostani e portatori di interesse, nel rispetto delle precauzioni anti covid, si ritroverà in Piazza Deffeyes oggi, mercoledì 13 gennaio alle ore 18.

“Scelte importanti aspettano questo Governo regionale nei prossimi anni non solo su discariche e gestione rifiuti ma anche su indirizzi di sviluppo economico e industriale,  – spiega una nota – che possano conciliare esigenze occupazionali e tutela di salute e ambiente, scelte coraggiose e ad ampio spettro perché la Valle d’Aosta può e deve essere un esempio di sviluppo etico”.

Le associazioni ambientaliste si dicono preoccupate per gli “scenari intravisti finora, nei quali troppi interessi privati sembrano aver prevalso sugli interessi comuni senza tenere in debita considerazione i rischi e i vantaggi reali per le comunità locali”.

In particolare i temi sui quali le associazioni puntano i riflettori sono: gestione dei rifiuti, discariche per inerti e rifiuti speciali, cave dismesse, attività industriali e relativo impatto ambientale, futuro dei comprensori sciistici esistenti e non, salvaguardia delle acque, centraline elettriche private e sfruttamento delle acque, Cva e Valle d’Aosta Carbon Free.

Le associazioni chiedono, quindi, “a questo Governo regionale onestà, apertura e coraggio in attesa di un segno tangibile di discontinuità rispetto al passato,  lavorando in modo unitario e collaborativo alla predisposizione di un piano di sviluppo globale e non settoriale per assicurare un futuro migliore a tutti noi cittadini e alle nostre famiglie”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>