Coordinamento pace: in Iraq si rischia la guerra civile

Il Coordinamento Pace della Valle d'Aosta interviene con una nota sulle elezioni che si sono svolte in Iraq. "Il governo Bush, si legge, in difficoltà nella gestione dell'occupazione dell'Iraq, è riuscito a mettere gli...
Società

Il Coordinamento Pace della Valle d’Aosta interviene con una nota sulle elezioni che si sono svolte in Iraq. “Il governo Bush, si legge, in difficoltà nella gestione dell’occupazione dell’Iraq, è riuscito a mettere gli iracheni l’uno contro l’altro, fino a portarli sull’orlo della guerra civile. Per questa via intende legittimare la permanenza, a tempo indefinito, delle basi militari statunitensi”. Sulla tornata elettorale, il Coordinamento sottolinea: “I risultati delle elezioni irachene sono ancora incerti e lo saranno probabilmente per sempre. Non sapremo mai se i partecipanti al voto sono stati veramente il 50% degli aventi diritto, come affermano i comunicati della commissione elettorale, o meno, o più. Ma qualunque sia stato il vero numero degli elettori e chiunque sarà dichiarato vincitore di questa competizione elettorale, il risultato non cambia: il progetto di divisione del paese è andato in porto”

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società