“Curare con la ricerca”: un incontro promosso dall’Airc

L’appuntamento è per venerdì 5 novembre, alle ore 10.30 nel salone ducale del Municipio di Aosta. Partecipano Paolo Camoglio dell’Istituto di Candiolo, e Carlo Poti, direttore generale di Medicina Nucleare all’Ospedale Umberto Parini di Aosta
Società

Il cancro è una malattia “in CURABILE” è lo slogan che accompagna la Giornata nazionale per la ricerca sul Cancro promossa dall’Airc e che si celebra il 6 novembre.  Nell’ambito delle iniziative in programma venerdì 5 novembre, alle ore 10.30 nel salone ducale del Municipio di Aosta si terrà l’incontro “Curare con la ricerca”. Nell’immagine scelta per questa 13esima edizione la luce illumina la parola “curabile” le lettere “in” passano nell’ombra, ormai in rovina, a richiamare e sottolineare i successi che proprio la ricerca ha raggiunto fino ad oggi. Quelli futuri ci saranno indubbiamente, se però tutti saranno pronti a sostenere la ricerca, un messaggio ormai chiaro.

All’incontro di venerdì partecipano Paolo Camoglio della Fondazione del Piemonte per l’Oncologia, Istituto di Candiolo, e Carlo Poti, direttore generale di Medicina Nucleare all’Ospedale Umberto Parini di Aosta. Interviene anche Albino Impérial, docente di didattica della fisica all’Università della Valle d’Aosta. Conduce l’incontro la giornalista Rai, Anna Nigra.

La lunga partita contro il cancro continua in tutti i centri di ricerca del mondo, senza interruzioni né intervalli – si legge nel messaggio che accompagna la Giornata nazionale del 6 novembre –  Senza colpi di scena eclatanti, ma con un continuo potenziamento delle menti che muovono i pezzi a nostro favore. La vera novità è che si riduce il numero delle scacchiere su cui si gioca la partita: da due a una. I tavoli separati, ma paralleli, dei laboratori di ricerca e dei luoghi di cura si unificano e a muovere i pezzi contro il cancro si siede una nuova figura professionale, il clinico molecolare, l’oncologo del futuro che divide il suo impegno fra il laboratorio di ricerca e il reparto di diagnosi e cura oppure la sala operatoria. AIRC è pronta ad “allenare” e preparare nuovi oncologi, clinici e ricercatori insieme, con il suo Programma di Oncologia Clinica Molecolare”. La tredicesima edizione della Giornata per la Ricerca sul Cancro avrà il duplice scopo di sensibilizzare il Paese attraverso la diffusione dei risultati ottenuti dalla ricerca oncologica e dei prossimi obiettivi nonché assicurare attraverso la raccolta di donazioni, nuovi fondi ai ricercatori italiani.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte