Divieto di sosta con orario sbagliato, il Comune revoca multe e rimozioni

I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di giovedì 29 settembre. In piazza Plouves due cartelli su 17, posizionati dall'officina, riportavano un orario sbagliato ed è scattata la rimozione dei veicoli. Dalla Polizia locale spiegano di aver preso i numeri di targa, invitando i cittadini a presentarsi al comando per rimediare all'errore.
Società

Due cartelli su diciassette con l’orario di divieto di sosta sbagliato, e chi ha parcheggiato in piazza Plouves – dove da oggi al 2 ottobre, assieme a via Torino, è allestito il Mercato europeo del commercio – si è trovato l’automobile rimossa.

I fatti sono avvenuti ieri pomeriggio – giovedì 29 settembre –, con il Comune di Aosta a correre subito ai ripari, con un post su Facebook che recita: “Per un errore materiale nella giornata odierna in piazza Plouves alcuni automobilisti hanno visto i loro mezzi rimossi dalla Polizia Locale nonostante i cartelli di divieto di sosta riportassero un orario (errato) successivo alla contestazione dell’infrazione. Le persone sanzionate erroneamente sono già state contattate dalla Polizia Locale”.

“L’officina comunale ha posizionato diciassette cartelli di divieto di sosta – spiega il comandante della Polizia locale Fabio Fiore –, ma solamente quindici avevano segnalato l’orario giusto. Negli altri due l’orario, invece che segnare le 15 segnava le 12. Ce ne siamo accorti quando abbiamo già fatto le rimozioni”.

“Purtroppo, è stato commesso un errore dall’officina – aggiunge –. Le auto rimosse per errore sono state tre o quattro su una dozzina totali. Abbiamo comunque preso i numeri delle targhe e rimedieremo. Invitiamo infatti i cittadini a presentarsi al comando per poter così rimediare”. Anche le multe verranno annullate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte