Eurotravel: saltano mete e prenotazioni tra la rabbia degli agenti e le crisi dei mancati vacanzieri

Il caso Eurotravel continua a scalare le vette della cronaca. Il “Messaggero.it” ne racconta le vicende mentre da società e agenzie continuano ad arrivare lettere: non accettiamo clienti Eurotravel
Società
La crisi? Non va in vacanza e assume i toni grotteschi di una tragedia che coinvolge un settore di piccole e medie imprese e tanti italiani pronti a partire. Tutti alle prese con voli cancellati, procedure modificate, tagli di produzione e personale, fallimenti e crisi d'identità non solo di liquidità”. È l’incipit dell’articolo del Messaggero.it di oggi giovedì 2 luglio che riporta nelle proprie colonne la ormai triste e nota vicenda Eurotravel, un vero e proprio caso dai contorni ancora scuri che si spera possano essere rischiarati dagli incontri che in queste ore il noto tour operator sta avendo con le organizzazioni sindacali, preoccupate per il futuro dei dipendenti dell’azienda.

Il caso ormai è esploso e alle critiche per la mancata trasparenza dell’azienda si aggiungono le  crisi da “mancata vacanza” che stanno colpendo a raffica malcapitati agenti di viaggio e clienti: in questi giorni e in queste ore infatti Eurotravel sta diffondendo scarni comunicati in cui continuano a saltare destinazioni e prenotazioni turistiche: è il caso di Disneyland a Parigi, Grecia e Spagna e ancora Corsica e Croazia

E’ di oggi anche una lettera inviata dalla Compagnia Gestione Alberghi di Milano che avverte le Agenzie di Viaggio che “a tutela dei propri diritti e della propria sopravvivenza, è contratta a non accettare i clienti che hanno prenotato presso la struttura di Fontane Bianche attraverso Eurotravel Srl, ciò a decorrere dal prossimo 4 luglio”. Non è un caso isolato.

Nel frattempo nel sito dell’Associazione Italiana degli agenti di viaggio continua ad arricchirsi di commenti, ovviamente al negativo, la discussione in merito al comportamento di Eurotravel che mette proprio i professionisti del viaggio in una situazione a dir poco imbarazzante di fronte ai propri clienti, fiduciosi da settimane di partire per una vacanza, breve o lunga che sia, ma certa. O almeno così pensavano. E lo scambio di “post” tra gli agenti di viaggio su www.a-autotutela.it  la dice tutta su quanto grande sia la crisi di Eurotravel, ma soprattutto sulle conseguenze.

Eurotravel da parte sua, nelle poche e concise comunicazioni, dice di portar pazienza e di attendere a giorni novità rispetto alla sua riorganizzazione: si parla di capitali freschi per riportare vento in poppa. La tempesta nel frattempo è scoppiata e in realtà molti attendono lo schiarirsi del cielo e i primi raggi di sole.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte