“Everest. Un fascio di luce sulla Dea Madre della Terra”: il libro di esordio di Marco Camandona

La guida alpina e alpinista Marco Camandona celebra con un volume fotografico autoprodotto la conquista dell’Everest, avvenuta lo scorso il 24 maggio 2010, con i compagni Abele Blanc, Silvio Mondinelli, Michele Enzio e tedesca Gerlinde Kaltenbrunner.
La salita all'Everest - Ph. Marco Camandona
Società

“Everest. Un fascio di luce sulla Dea Madre della Terra” è il titolo del volume d’esordio nel mondo dell’editoria dell’alpinista e della giuda alpina valdostana Marco Camandona, che sarà presentato sabato 18 dicembre, alle 18.30, nella Sala polivalente delle Scuole di Arvier (rue Saint-Antoine 6).

Stampato dalla Tipografia Valdostana di Aosta, il volume fotografico si propone di consacrare la conquista dell’Everest da parte dello stesso Camandona, avvenuta lo scorso il 24 maggio 2010, con i compagni Abele Blanc, Silvio Mondinelli e Michele Enzio, a cui si è aggiunta anche la forte alpinista tedesca Gerlinde Kaltenbrunner. Accanto a spettacolari immagini dedicate alla montagna più alta del mondo (8848 metri), Camandona ha ritratto alcuni aspetti della cultura delle popolazioni himalayane e ha arricchito il volume con brevi capitoli che raccontano in maniera semplice e personale la sua vittoriosa scalata.

Alla presentazione del volume partecipa la guida alpina Adriano Favre, introduce la giornalista Federica Giommi. Il volume “Everest. Un fascio di luce sulla Dea Madre della Terra”, autoprodotto e in vendita al prezzo di 20 euro diventa anche un gesto di solidarietà: una parte del ricavato sarà infatti destinato a opere benefiche in favore delle popolazioni himayane.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte