Società di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 24 Dicembre 2019 8:56

Ex Bocciofila di quartiere Cogne, al via l’iter per la riapertura

Aosta - A spiegarlo è l'Amministrazione del Capoluogo, che ha deliberato "affinché vengano poste in essere tutte le azioni necessarie per riaprire quanto più rapidamente la struttura, anche solo parzialmente". L'incognita infatti, dopo le verifiche impiantistiche ed il coinvolgimento del Terzo settore nella gestione, è quello dei tempi.

L'ex Bocciofila Cral Cogne ad AostaL'ex Bocciofila "Cral Cogne" ad Aosta

L’ex “Bocciofila Cral Cogne”, in quartiere Cogne ad Aosta, riaprirà i battenti. Anche se non completamente.

La Giunta comunale, giovedì scorso, ha infatti approvato una delibera che dà mandato affinché “vengano poste in essere tutte le azioni necessarie per riaprire quanto più rapidamente la struttura, anche solo parzialmente, nelle more di definizione di una più ampia valorizzazione del complesso in questione”.

In particolare, al dirigente dell’Area T2 – ovvero all’ingegner Marco Framarin – spetterà ora l’effettuazione delle verifiche impiantistiche, nonché l’ottenimento delle certificazioni necessarie ma solamente ai locali già oggi dotati di certificato di agibilità – spiega una nota dell’Amministrazione –, previa l’attivazione delle varie forniture (energia, metano), nonché di affidare un incarico professionale per individuare gli interventi ed i costi necessari per l’adeguamento dell’impianto ai requisiti previsti per svolgere attività sportiva secondo quanto previsto dal Coni e dalla Federazione italiana bocce.

Una volta completate le attività necessarie a riaprire le parti della struttura che risulteranno idonee – spiegano ancora dal Comune –, alla dirigente dell’Area A3 Laura Morelli competerà la valutazione delle modalità di affidamento temporaneo della gestione attraverso il coinvolgimento di soggetti del terzo settore.

L’assessore allo Sport, uscente visto l’esordio in Consiglio regionale, Carlo Marzi ha commentato: “Mi sembra importante sottolineare che con la delibera approvata perseguiamo l’obiettivo di riaprire la struttura nel più breve tempo possibile, e lo facciamo rispettando la storia della bocciofila e la funzione sociale e socio-ricreativa che essa ha avuto all’interno del quartiere Cogne. In questo senso, l’auspicio è che vi si possa tornare a giocare alle bocce quanto prima”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>