Il Ponte dell’Immacolata sotto una buona stella, ottimismo per la stagione invernale

Oltre 30 mila presenze registrate nel week end appena trascorso. Gli operatori turistici guardano all’inizio di stagione con ottimismo anche se la neve tarda ad arrivare copiosa, ma le previsioni fan ben sperare.
Escursioni
Società
Lo scorso anno, in questo periodo, alla neve non ci si pensava: era un fatto, era abbondante e gli impianti di sci dei comprensori valdostani guardavano alle settimane venture con piacere, senza nubi all’orizzonte. Quest’anno la neve ha fatto invece capolino, ma si è fatta vedere quanto basta per aprire gli impianti e per portare sulle piste oltre 30 mila appassionati sciatori, tanti sono infatti quelli che sono stati registrati nel week end appena trascorso.Le basse temperature che hanno anticipato il Ponte dell’Immacolata hanno permesso infatti di far partire i cannoni e di incrementare il fondo imbiancato dalle nevicate non ancora abbondanti dei giorni scorsi.
Un buon exploit dunque che fa ben sperare anche per le prossime settimane. A sentire le diverse Aiat sul territorio sono molte le prenotazioni per le festività natalizie e il Capodanno. Un ottimismo che corre lungo tutta la Vallata per salire fino ai piedi del Monte Bianco, da Cervinia a Courmayeur infatti neve, piste in ottimo stato e offerte di ogni genere, sembrano destare l’interesse dei turisti, alcuni dei quali hanno confermato la prenotazione mentre altri tendono ad aspettare l’ultimo minuto. L’impressione comune è quella di una stagione invernale sotto una buona stella. Le nuove precipitazioni, attese in parte per oggi, dovrebbero confermare il buon stato di “salute” delle piste valdostane, sia di discesa che di fondo.
Il sole ha accompagnato questa prima tappa nella maratona delle festività e a raccogliere le maggiori soddisfazioni è stato nella giornata di sabato il comprensorio della Monterosaski (Valli d'Ayas, di Gressoney e Valsesia) con quasi 13 mila presenze, 5.000 persone si sono registrate a Cervinia.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società