In 8000 alla Croix Noire per la finalissima: Merleun, Feisan e Promesse le reines 2008

E' stata una finalissima ricca di emozioni come sempre. Poche le reines che non hanno incrociato le corna. Non sono mancate le polemiche sull'inchiesta dei NAS, ma passione, risultati e tradizione hanno avuto la meglio.
Merleun dell' Az. Agr. Verney di Gressan
Società
Sorprese, conferme, regine che cedono il testimone a nuove leve, “vecchiette” del circuito che non ne vogliono sapere di cedere e poi tanta emozione. Bernard Clos, presidente dell’Associazione Amis de Batailles de Reines l’aveva anticipato “sarà comunque un grande evento”. E così è stato. La finalissima, attesa da allevatori e appassionati, nonostante il terremoto dovuto all’inchiesta dei NAS e all’assenza di 15 bovine, è stata una grande Batailles. Un pubblico di oltre 8000 persone ha riempito gli spalti della Croix Noire di Aosta per sostenere, soprattutto in questo momento difficile, la passione, il lavoro e una tradizione che va avanti da decenni. Domenica 19 ottobre, sono state 165 le reines partecipanti alla Finale Regionale del 51imo concorso regionale delle Batailles. L’alto livello degli incontri che sarebbero stati protagonisti sul prato dell’arena era stato anticipato dalla qualità delle 20 eliminatorie.

Il bosquet della prima categoria è andato a Merleun dell’Azienda agricola Verney di Gressan (reina a Fénis) che, dopo una finale di quasi mezz’ ora, è riuscita ad imporsi su Monella di Thomasset Romeo di St. Nicolas (reina a Vertosan); Si classificano al 3° e 4° posto anche Buisson sempre dell’ Az. Agr. Verney (reina a Antey St.André) e Negra di Berthod Claudio di Doues (2 a By-Ollomont).

In seconda categoria Feisan di Bionaz Michele di Brissogne si è aggiudicata il bosquet. Divenuta regina a Verrayes si è presentata a questa finale in gran forma e con atteggiamento deciso è arrivata fino al bosquet. Bene anche la sua avversaria di finale Tormenta, di Brillo Ettore di Quart, che ha combattuto durante l’intero pomeriggio. Tormenta si era classificata reina nell’eliminatoria di Valgrisenche. Lupa di Perrin Diego di Quart si piazzata al terzo posto sconfitta da Tormenta mentre Mandoline di Chabloz Ezio di La Salle era stata sconfitta nell’altra semifinale dalla futura regina.

In terza categoria, così come nel 2004 e nel 2005, Promesse di Brocard Patrick di Pollein è salita sullo scalino più alto del podio. In finale Promesse ha sconfitto Moretta di Pont Lauro di Pollein, reina a Cogne. Al 3° e 4° posto si classificano Merlo di Rosaire Roberto di St. Christophe (3 in 3 cat. A Aosta) e Viky di Ronco Sandro di Issime (reina di Brusson).

La giornata di domenica è cominciata come di consueto alle ore 9 con la pesatura. La reina numero 21, Morienne di Loris Pieiller di Fénis (regina a Charvensod), che alcuni davano come possibile vincitrice, si è laureata regina del peso di questa regionale.

Prima dei quarti di finale sono state sorteggiate le otto manze messe a concorso che sono state vinte da Jordaney Valter di Bionaz, Guala William di Introd, Consol Aldo di Issime, Ghirardo Devis di Gressoney, Cossard Vanda di Introd, Bich Marcello di Valsavarenche, Barmasse Nilda di Chambave e Chabloz Francis di Nus; sempre prima dei quarti di finale sono state premiate Malibù di Gildo Bonin di Gressan, Reinon di Leo Vuillermoz di Hone e Pigalle di Diego Perrin di Quart come bovine più combattive.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte