In crescita i furti negli alloggi, il questore di Aosta fa appello ai cittadini

?La nostra azione di controllo sul territorio ha portato anche quest'anno i suoi frutti?. Il questore di Aosta, Salvatore Aprile, ha tracciato il bilancio di un anno di attività delle forze dell'ordine, Polizia, Carabinieri e...
Società

?La nostra azione di controllo sul territorio ha portato anche quest’anno i suoi frutti?. Il questore di Aosta, Salvatore Aprile, ha tracciato il bilancio di un anno di attività delle forze dell’ordine, Polizia, Carabinieri e Gardia di finanza.

Nel 2006 sono state denunciate da tutte forze di polizia presenti in Valle d’Aosta 1.257 persone, 410 delle quali dalla Questura, mentre sono stati registrati 4.712 delitti (1.511 dalla Questura) e 21 rapine.
?Complessivamente – ha dichiarato – i reati sono diminuiti del 4 per cento, una percentuale che avrebbe potuto essere molto superiore. L’indulto, dal punto di vista delle statistiche sui furti, ha infatti rappresentato uno spartiacque, come dimostra il caso emblematico dei furti in appartamento, che in un anno sono aumentati del 3 per cento, passando dai 420 del 2005 ai 440 del 2006: dal primo gennaio al 31 luglio, in sette mesi, sono stati segnalati 196 ?colpi?, mentre nei successivi cinque mesi, a partire dal giorno in cui l’indulto è stato applicato, ne sono stati commessi 244. Ma ho fiducia nel fatto che presto la tendenza precedente sarà ripristinata?.
Il questore ha fatto appello anche ai cittadini valdostani, ?antenne del controllo sociale?, invitandoli a mantenere alta la vigilanza e a rivolgersi prontamente, nel caso notassero qualcosa di strano, alle forze dell’ordine, anche senza rilasciare le proprie generalità.

Salvatore Aprile ha inoltre brevemente fatto riferimento alla questione della villetta di Cogne, teatro dell’omicidio di Samuele Lorenzi, costantemente sorvegliata da una decina di uomini della Polizia, dei Carabinieri o della Guardia di Finanza, con notevole dispendio di energie e risorse.
?Considerata la delicatezza e la rilevanza mediatica del caso – ha affermato il questore di Aosta – non possiamo fare a meno di sorvegliare la villetta. Abbiamo perciò deciso di installare, a giorni, delle telecamere, per monitorare costantemente la situazione con maggiore comodità?.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società