In futuro anche Aosta avrà una “Casa dell’Acqua”

Lo ha deciso ieri all’unanimità il Consiglio comunale di Aosta, approvando una mozione presentata dall’Alpe che impegna il Comune a stanziare nel prossimo bilancio i fondi necessari i fondi per la realizzazione della struttura.
Società

Acqua filtrata, refrigerata e gassata, proveniente direttamente dall’acquedotto e pronta per essere “imbottigliata” in piena autonomia dai cittadini. Dopo Verrayes, Châtillon e Morgex, anche ad Aosta sorgerà una nuova “Casa dell’Acqua”, che sarà presto installata dall’amministrazione comunale.

Lo ha deciso ieri all’unanimità il Consiglio comunale di Aosta, approvando una mozione presentata dall’Alpe, che impegna a stanziare nel prossimo bilancio i fondi necessari i fondi per la realizzazione della struttura.

“L’iniziativa consentirà di salvaguardare l’ambiente – ha commentato Giampaolo Fedi – diminuendo i trasporti di molti camion di acqua confezionata e, portandosi il contenitore da casa, anche di tante bottiglie di plastica usa e getta”.

Dove sarà installata? Secondo l’assessore all’Ambiente Delio Donzel, già nel 2009 era stato approvato un progetto preliminare per la sistemazione della struttura nell’area dell’ex Foro Boario, successivamente destinata alla sosta dei camper. “Ha dimensioni contenute – ha spiegato Donzel – e non dovrebbero esserci problemi nel posizionarla comunque lì: questa sarà l’occasione anche per rivedere un po’ tutta la zona”.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte