Società di Simone Dian |

Ultima modifica: 12 Febbraio 2020 12:49

In montagna con un click di Street View

Aosta - I ragazzi del GDG VdA presso la sede di Aosta della Pépinière d’Entreprises raccontano la loro avventura passata tracciando i sentieri della Valle per Google.

Lago MisérinLago Misérin

Non solo le strade, ma anche i sentieri di montagna della Valle d’Aosta fanno ora parte del pacchetto di Google Maps. Infatti a partire dalla metà dello scorso mese di gennaio, sulla piattaforma del noto motore di ricerca, è possibile esplorare in modalità “street view” i sentieri mappati dai ragazzi del Google Developer Group VdA, rappresentati alla serata dal loro Presidente, Ludovico Bonora, ed il suo collega Nicola Chanoux.

Il progetto nasce quasi per caso, quando Nicola curiosando in rete scopre che qualcuno aveva tracciato il Monte Bianco ed il Monte Rosa. Entusiasta, decide di coinvolgere Ludovico per scoprire come questo fosse possibile e per provare loro stessi a mappare alcuni dei meravigliosi sentieri del nostro territorio. Così dalla passione per la montagna unita alla passione per la tecnologia prende il via il progetto:”tra i sentieri della Valle d’Aosta e il Piemonte”.

Sforzo, organizzazione e, appunto, passione sono i capisaldi di questa iniziativa. “Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare” o meglio le montagne. Come racconta Ludovico Bonora, “non si tratta solo di puntare la sveglia all’alba, allacciarsi gli scarponcini e partire. Anzi si deve organizzare tutto nei minimo dettagli, soprattutto perché siamo tutti ragazzi che lavorano e riuscire a prendere le giornate libere per poter andare a spasso non è stato facile”. Aggiunge:”in più, per poter affittare il Trekker Kit abbiamo dovuto compilare una serie pressoché infinita di documenti, alcuni relativi ad accordi di segretezza con Google, e aspettare ben due anni perché il macchinario ci fosse affidato.” Infine viene lo sforzo fisico:”credetemi che non è semplice camminare in montagna con 20kg di macchine sulle spalle, nemmeno se si è molto ben allenati.”

I sentieri tracciati sono tutti percorsi cari ai ragazzi del GDG Valle d’Aosta e sono stati scelti in base alla loro popolarità. Inizialmente cinque, sono diventati quattro per via di un problema tecnico. Così escluso il Colma di Mombarone, sono ora disponibili alla visualizzazione in street view di Google Maps: Croce Carrel (Cervinia), Lago Bianco e Misérin (Champorcher) e Laghi Palasinaz (Brusson).

Il Trekker di Google
Il Trekker Kit di Google

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>