La Fondazione comunitaria finanzia iniziative per giovani e famiglie

Le associazioni vincitrici sono la Cooperativa Noi & Gli Altri per l’iniziativa “Un, due, tre … famiglia!, l’Associazione Oratorio Sant’Anselmo per il progetto “Aria aperta per l’Oratorio” e l’Associazione delle Famiglie AFI Donnas per “Informaticamente".
Società

Sono rivolti alle famiglie e ai minori i tre progetti di utilità sociale che si sono aggiudicati il bando 2010 promosso dalla Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta.
In totale le organizzazioni vincitrici riceveranno 30.000 euro, messi a disposizione dalla Compagnia di San Paolo di Torino.

Il primo progetto è stato promosso dalla Cooperativa Sociale Noi & Gli Altri per l’iniziativa “Un, due, tre … famiglia!” il cui obiettivo prioritario consiste nel miglioramento della qualità di vita delle famiglie valdostane attraverso il rafforzamento delle competenze socio-relazionali dei suoi membri. Sono previsti, in particolare, dei laboratori per adulti e minori, per animare spazi di incontro ed espressione. Il contributo è pari a 10.000 euro.

L’Associazione Oratorio Sant’Anselmo è stata invece premiata per il progetto “Aria aperta per l’Oratorio”, che consiste nella riqualificazione dello spazio esterno alla struttura adiacente all’oratorio di Saint-Christophe, punto di riferimento socio-educativo per i ragazzi, le famiglie e la popolazione in generale. Il contributo erogato è di 10.000 euro.

La terza organizzazione selezionata è l’Associazione delle Famiglie A.F.I. Donnas, ideatrice del progetto “Informaticamente. Progetto a sostegno delle famiglie di minori con disturbi specifici dell’apprendimento D.S.A.”. Per venire incontro ai bambini con disturbi specifici dell’apprendimento (D.S.A.), è stato organizzato un percorso in tre fasi: un campus rivolto a bambini con D.S.A., con l’intervento di esperti, l’acquisto di attrezzature multimediali per favorire l’apprendimento e un costante monitoraggio durante l’anno scolastico. Il contributo, in questo caso, è di 10.000 euro.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati