La Giunta fa ricorso contro il referendum di Carema

Dopo Noasca, Carema: la Giunta regionale ha deciso di presentare un ricorso presso la Corte costituzionale contro il decreto con il quale il Presidente della Repubblica ha indetto il referendum per l'annessione alla Valle d'Aosta...
Società

Dopo Noasca, Carema: la Giunta regionale ha deciso di presentare un ricorso presso la Corte costituzionale contro il decreto con il quale il Presidente della Repubblica ha indetto il referendum per l’annessione alla Valle d’Aosta del piccolo comune in provincia di Torino.
Il 18 marzo, infatti, i cittadini di Carema saranno chiamati alle urne per decidere se rimanere in Piemonte o se congiungersi alla Valle d’Aosta.
In particolare, la Giunta regionale contesta il mancato rispetto “del principio di tutela delle minoranze linguistiche insediate nel territorio della Repubblica?.

Inoltre, secondo l’esecutivo, il referendum rappresenterebbe una violazione dello Statuto speciale, che fisserebbe con precisione i confini regionali.

Un analogo ricorso era già stato assunto lo scorso luglio contro l’indizione del referendum di annessione alla Valle d’Aosta del comune piemontese di Noasca.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni, Società
Società