La storia di “Prezzemolo” per la settimana Unesco di educazione allo sviluppo sostenibile

Dal 9 al 15 novembre la Settimana Unesco di Educazione allo Sviluppo Sostenibile. In Valle va in scena la storia di Prezzemolo, che gli alunni delle scuole conosceranno, costruttore di giochi tradizionali con soli materiali di recupero.
Prezzemolo
Società
"Città e cittadinanza" è il tema dell’edizione 2009 della Settimana Unesco di Educazione allo Sviluppo Sostenibile che si svolgerà dal 9 al 15 novembre.  L’Assessorato del territorio e ambiente, in sinergia con l’Assessorato dell’istruzione e cultura e con le Comunità montane, aderiscono all’iniziativa con il progetto, rivolto alle scuole, che prevede la proiezione del film Prezzemolo: sensa pile, sensa curént elètrica (2008) di Sandro Gastinelli e Marzia Pellegrino, premiato al Festival cinematografico Cervino CineMountain di Valtournenche con il Prix Ecomountain 2009.

Il film narra la storia di Prezzemolo, al secolo Mario Collino, che costruisce giochi tradizionali con soli materiali di recupero. Gli spettacoli sono in programma a Pont-Saint-Martin, Saint-Vincent, Nus, Aymavilles, Aosta e Courmayeur. Dopo la proiezione del film il protagonista, Mario Collino, intratterrà i bambini con uno spettacolo in cui presenterà i suoi giochi d’antan. Verrà inoltre distribuito ai ragazzi il nuovo fumetto Ecolo: l’aria, il tesoro che respiriamo, curato dall’Assessorato territorio e ambiente.
"La proiezione del film che proponiamo ai ragazzi – commenta l’Assessore Manuela Zublena – è un viaggio nella singolare personalità di Mario Collino, detto Prezzemolo, che sa suscitare emozioni profonde pur con dialoghi scherzosi e divertenti. Prezzemolo è poi un vero artista, un inventore, un interprete della tradizione, che propone ai bambini e ai ragazzi – di solito nelle piazze dei villaggi, e per questa settimana nelle scuole della regione – comportamenti e stili di vita che stimolano al riutilizzo e riuso di qualsiasi materiale". La Settimana Unesco di Educazione allo Sviluppo Sostenibile, promossa e patrocinata dalla CNI Unesco, ha in primo luogo lo scopo di sviluppare negli individui come nelle collettività, negli enti locali come nelle imprese capacità operative e di azione responsabile finalizzate ad una città ecologica e solidale, fondata su nuovi stili di vita, improntati su una cittadinanza consapevole e partecipata.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte