La Valle festeggia il bicentenario della nascita di Padre Lorenzo, fondatore del rifugio omonimo

Il “Refuge” oggi opera in convenzione con la Regione autonoma Valle d'Aosta e in collaborazione con l'Usl regionale ed ospita 135 anziani. Le celebrazioni termineranno il 20 novembre 2010. Restaurato il monumento che risale al 1889.
Società
Chiuse le celebrazioni per l’Anno anselmiano, la Valle d’Aosta si prepara a celebrare un altro personaggio illustre della sua terra: Padre Lorenzo (Pierre Thomas Lachenal). Il primo di una serie di appuntamenti, che si rincorreranno lungo l’arco dei mesi fino al 20 novembre 2010 per celebrare il bicentenario della nascita,  si è svolto domenica scorsa presso il “Refuge” omonimo, che oggi opera in convenzione con la Regione autonoma Valle d'Aosta e in collaborazione con l'Usl regionale ed ospita 135 anziani.
Padre Lorenzo è nato ad Aosta il 15 agosto 1809. A renderlo famoso ai posteri sono le sue predicazioni, gli scritti e la costruzione del Refuge dedicato all'accoglienza degli anziani, inaugurato nel 1869 e tuttora in attività sotto la direzione di don Elio Vittaz.
"Il Refuge Pere Laurent accoglie attualmente 135 ospiti – da quanto evidenziato dall’Assessore regionale alla Sanità, Albert Lanièce, nel corso della celebrazione di domenica scorsa – sono invece circa 900 gli anziani ospitati nel sistema di microcomunità dislocate sul territorio regionale”.
La Valle d’Aosta proprio dal punto di vista dell’assistenza agli anziani è un punto di riferimento, come evidenziato anche dal Presidente della Regione che si è soffermato nel proprio intervento sugli investimenti che l’Amministrazione regionale indirizza a questo settore: “L'intervento della mano pubblica in istituzioni come questa – ha affermato Augusto Rollandin – è doverosa. Anche in Valle d'Aosta sono mutate le condizioni sociali e delle famiglie. Se un tempo il sistema agricolo permetteva di mantenere le persone anziane in casa, oggi non è più così. Per questo dedichiamo fondi a strutture come questa e per questo la Valle d'Aosta è diventata un modello preso ad esempio anche da altre realtà"
A chiudere la mattinata è stata la restituzione del monumento dedicato a Padre Lorenzo, la cui posa risale al 1889 e che è stato restaurato grazie al patrocinio dell'assessorato regionale alla cultura.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte