La Veillà di Donnas apre Sant’Orso 2009

La notte bianca di Donnas si presenta con 18 cantine aperte per riscoprire in un clima unico e suggestivo antichi sapori e mestieri, dove musica, animazioni e canti faranno da colonna sonora per tutta la notte.
La Veillà di Donnas
Società
Si apre ufficialmente alle ore 20 di questa sera la sorella minore della Fiera di Sant’Orso, che a Donnas anticipa di due settimane quella di Aosta. Le vie del Borgo in queste ore sono in pieno fermento per offrire alle centinaia di affezionati che qui arriveranno da tutta la Valle e non solo, un momento di festa dove animazioni, gruppi, musica e il meglio dell’enogastronomia locale saranno protagonisti. La notte bianca di Donnas si presenta con 18 cantine aperte che distribuiranno dolci, formaggi e salumi, patate e cotechino, polenta e salsiccia e ancora fagioli grassi, panissa e Miasse e salignun. L’entrata costerà 3 euro.
La Veillà dà il via a due giorni in cui l’artigianato locale e la creatività degli artigiani tornano in vetrina. Domenica il clou della manifestazione, vedrà infatti circa 500 artigiani del legno, del ferro e della pietra esporre i prodotti di un anno di lavoro.

Ad allietare la serata, nella quale si riscopriranno antichi mestieri e sapori, saranno numerosi gruppi locali: “I Frustapot”,“Joueur Valdotain”, Revèrs Fol Greup, le “Landzettes della Comba Freida”, il quartetto Simon, Alex, Marco, Michel e i cori “Mont Rose”, “Viva Voce”.

Per tutta la serata sarà inoltre aperta per le visite la scuola di scultura e saranno presenti i laboratori per la lavorazione del ferro, degli attrezzi agricoli.

Sabato 17 gennaio alle 19,30 inizierà la suggestiva fiaccolata per le vie del Borgo che giungerà nella cappella di Sant’Orso per la Santa Messa degli artigiani, mentre alle ore 21 nel padiglione delle manifestazioni sarà il momento della festa. Domenica, infine, a partire dalle ore 8,30 il meglio della produzione artigianale valdostana sarà esposta sui numerosi banchi degli artigiani partecipanti.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni, Società
Società