L’Aido VdA festeggia 35 anni e ottiene da Napolitano la Medaglia celebrativa

Il Presidente della Repubblica ha inviato una nota all’Associazione Aido VdA in cui manifesta il suo personale apprezzamento per l’attività svolta in questi anni. L’Aido promuoverà nei prossimi giorni una serie di manifestazioni.
Giorgio Napolitano - Presidente della Repubblica
Società

Il traguardo conseguito dall’Aido Valle d’Aosta conferma il lungo e qualificato impegno con cui il Sodalizio opera per fornire una informazione completa ed esaustiva sul valore sociale del Trapianto di organi, avvertito oggi dalla collettività con crescente sensibilità e consapevolezza”. E’ quanto evidenzia il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in una nota inviata all’Aido regionale in occasione del suo 35° Anniversario di attività. Il segno del personale apprezzamento per l’attività svolta dall’Associazione evidenzia inoltre che “Non si tratta della semplice diffusione di un’efficace tecnica terapeutica, ma dello sviluppo di metodi di cura che, partendo da un gesto di generosità e solidarietà, rappresentano una decisiva, ed in alcuni casi insostituibile, speranza di vita per un ampio numero di persone”.

L’AIDO per festeggiare i suoi 35 anni di attività promuoverà nei prossimi giorni una serie di manifestazioni, tra cui un Bando di concorso rivolto agli Studenti della Valle d’Aosta, che saranno presentate nel corso di una conferenza stampa che si terrà il 18 novembre alle ore 11.00 nelle sale del CSV Valle d’Aosta.

Per Claudio Latino, Presidente Aido Valle d’Aosta, il riconoscimento di Napolitano giunge al termine di un lungo cammino intrapreso nell’Associazione regionale “che ha visto sempre più rafforzare la cultura della Donazione quale patrimonio dell’intera comunità valdostana – evidenzia Latino – Un cammino particolarmente ricco di soddisfazioni e che ha visto il radicarsi di tale messaggio grazie alla volontà e alla determinazione dei tanti volontari che si sono prodigati in questi anni su tutto il territorio regionale.”

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte