Le soluzioni del “Conseil de la Plaine” ai problemi della viabilità cittadina

Si torna a parlare dell'eventuale utilizzo gratuito, come tangenziale, del tratto autostradale della A5 tra i caselli 'Aosta ovest' a Aymavilles e 'Aosta est' a Quart. Questa volta è il 'Conseil de la Plaine', che riunisce i sindaci...
Società

Si torna a parlare dell’eventuale utilizzo gratuito, come tangenziale, del tratto autostradale della A5 tra i caselli ‘Aosta ovest’ a Aymavilles e ‘Aosta est’ a Quart.
Questa volta è il ‘Conseil de la Plaine’, che riunisce i sindaci di Aosta e dei Comuni limitrofi, a proporre questa soluzione.
Il documento elaborato dal Conseil invita anche la Regione e le due società concessionarie autostradali, Rav e Sav, a verificare la fattibilità di un raccordo tra il tratto autostradale in questione e l’area Cogne, oltre che ad approfondire l’ipotesi di realizzare un parcheggio di interscambio nodale nell’area autostradale, collegato con la telecabina ‘Aosta-Pila’.
Al Conseil de la Plaine era presente anche il presidente della Regione, Luciano Caveri, che ha assunto l’impegno di elaborare uno studio di fattibilità sulla trasformazione di quel segmento di autostrada in ‘tangenziale sud’ di Aosta.

Non è la prima volta che l’amministrazione comunale si interessa alla questione. Nel novembre del 2004, ad esempio, il Consiglio regionale approvò una mozione che impegnava la Giunta regionale a costituire al più presto un gruppo di lavoro comprendente, oltre alla Regione, Rav, Sav e Anas.
L’obiettivo era proprio quello di predisporre, entro 12 mesi, l’attuazione di agevolazioni tariffarie sui tratti autostradali e l’utilizzo del tratto autostradale Aosta Est- Aosta Ovest come vera e propria tangenziale del capoluogo regionale, anche attraverso un accesso diretto all’area Cogne e ai parcheggi della Funivia Aosta – Pila.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società