Migliorano le condizioni del tempo e proseguono gli interventi di soccorso e monitoraggio

La situazione dei comuni isolati è in netto miglioramento. Anche oggi sono stati recapitati medicinali e viveri e sul posto sono giunti i volontari della Protezione civile per supportare le operazioni di ripristino.
Cogne - ph. Cristina Violante
Società
La schiarita di quest’oggi ha consentito l’impiego degli elicotteri della Protezione civile che sono stati attivati fin dalle prime ore di questa mattina con a bordo i geologi regionali incaricati di verificare le condizioni del territorio e, in particolare, i versanti maggiormente interessati da possibili distacchi di valanghe. La situazione dei comuni isolati è in netto miglioramento. Anche oggi sono stati recapitati medicinali e viveri e sul posto sono giunti i volontari della Protezione civile per supportare le operazioni di ripristino.
 
Nel primo pomeriggio di oggi tecnici DEVAL hanno potuto riattivare l’energia elettrica nei comuni di Valgrisenche e di Valsavarenche dove già nella serata di ieri era stata ripristinata anche la telefonia fissa (Degioz).
 
A seguito di una segnalazione relativa ad un possibile esaurimento di scorte di gas nei comuni di Rhêmes-Notre-Dame, Valsavarenche, Valgrisenche e Cogne, sono stati attivati i Vigili del fuoco per verificare le utenze che necessitano di rifornimenti e per quantificare il gas da trasportare in loco.
"Anche se non siamo ancora usciti dall’emergenza, la situazione è in netto miglioramento” dice Pio Porretta, Direttore della Protezione civile regionale – Siamo sempre stati in contatto radio o telefonico con tutti i comuni isolati e, con il miglioramento delle condizioni meteo, abbiamo potuto attivare già da ieri i primi soccorsi elitrasportati, effettuando anche ricognizioni sul territorio che ci consentono di avere un quadro della situazione aggiornato. E’ opportuno ricordare, comunque, che la quantità di neve caduta in questi giorni è copiosa".
 
Per quanto riguarda le vie di comunicazione si segnala la riapertura della S.R. 18 di Pila (precedentemente chiusa nel tratto località Bondine – piazzale Les Fleurs), la S.S. 26 La Thuile (precedentemente chiusa nel tratto Grande Golette/Pont Serrand), S.C. della Val Ferret, la pista della Brenva in Val Veny, la S.C. per Estoul (fino alla frazione Murasse) la S.C. di Quart (precedentemente chiusa dal bivio per Troisvilles in località Avion fino al villaggio Effraz).
 
Allo stato attuale rimangono chiuse al traffico le seguenti vie di comunicazione:
 
S.R. 2 di Champorcher dal km. 8.000 (località Chateigne),
S.R. 5 di Antagnod dal km 7.00 al km 7.750 (da Champlan a Champoluc),
S.R. 47 di Cogne dal km 6.250 (bivio di Ozein) fino al km 17.800 (frazione Epinel),
S.R. 23 di Valsavarenche dal km 8.300 (loc. Chevrère),
S.R. 24 di Rhêmes al km 0.00 (bivio con Valsavarenche),
S.R. 25 di Valgrisenche dal km 3.000, dopo La Ravoire,
S.R. 44 della Valle del Lys dal km 18.000 (a monte di Gaby),
S.R. 43 di Staffal chiusa dal km 0.800 (da Gressoney-La-Trinité – Colletesan),
S.R. 41 dei Salassi dal km 3.000 (località Lin Noir) al km 5.000,
S.R. 33 del Col di Joux dal km 16.500 (località Col di Joux) al km 21.000 (località Guillat),
S.C. di Cogne per Lillaz e Valnontey,
S.C. di Gaby per Niel,
S.C. di Nus tra Lignan e Arliod e S.C. tra Nus e Verrayes all’altezza di Mandollaz,
S.C. 31 di Aymavilles per Ozein,
S.C. Ronchas – Perruchon e S.C. dalla frazione Castello alla frazione Petit Mont Blanc nel comune di Champorcher,
S.C. nel Comune di Saint- Pierre, tra il villaggio Orleans ed il bivio per la Strada Salassi,
S.C. di Chatillon per Promiod,
S.C. di Pré-Saint-Didier per Pallessieux e S.C. per Elevaz verso la frazione Torrent, entrambe servite da viabilità alternativa,
S.C. per Estoul da Murasse fino al Col Ranzola.
 
Per domani venerdì 19 dicembre e per il fine settimana si prevede cielo generalmente poco nuvoloso, salvo addensamenti lungo la dorsale alpina. Venti forti in quota da nord e Foehn irregolare nelle valli.
 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte