Piolets d’or, premio alla carriera al britannico Chris Bonington

Il celebre scalatore britannico, classe 1934, entra così nell'albo d'oro della manifestazione succedendo a Walter Bonatti, Reinhold Messner, Doug Scott, Robert Paragot, Kurt Diemberger e John Roskelley.
Chris Bonington
Società

Sarà consegnato quest’anno al britannico Chris Bonington il settimo Piolet d’Or Carrière. La premiazione è in programma nell’ambito della 23/a edizione dei Piolets d’Or, in programma dal 9 al 12 aprile a Courmayeur e Chamonix, ai piedi del Monte Bianco.

Il celebre scalatore britannico, classe 1934, entra così nell’albo d’oro della manifestazione succedendo a Walter Bonatti, Reinhold Messner, Doug Scott, Robert Paragot, Kurt Diemberger e John Roskelley. 

Nato a Hampstead (Londra) e formatosi all’Accademia militare come istruttore di alpinismo, Bonington ha esordito sulle grandi montagne nel 1958 con una ascensione sull’Aiguille des Drus. Dopo altri exploit nel massiccio del Monte Bianco, ha avviato in età precoce l’attività in Himalaya, scalando Annapurna II, Nuptse, Brammah I, Changabang, Kongur Tagh, tutte ascensioni in prima assoluta. Nel 1985 ha raggiunto la cima dell’Everest. Inoltre ha organizzato e partecipato a spedizioni su diversi versanti di Annapurna, K2 e Everest.

"Le sue imprese – sottolineano i promotori della rassegna – hanno segnato la storia dell’alpinismo, sulle Alpi come in Himalaya".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società