Pirogassificatore, il ricorso al Tar contro la revoca dell’appalto arriva in Commissione

«A seguito della trasmissione del ricorso alla terza Commissione, abbiamo ritenuto opportuno effettuare una serie di audizioni", riferisce il Presidente Stefano Borrello (Stella Alpina).
La discarica di Brissogne vista dall'alto
Società

E’ stato discusso questa mattina in Commissione consiliare, la Terza (Assetto del territorio), il ricorso al TAR della Valle d’Aosta contro la conferma della revoca della procedura di appalto per l’affidamento in concessione del servizio di gestione integrata dei rifiuti della Regione.

«A seguito della trasmissione del ricorso alla terza Commissione, abbiamo ritenuto opportuno effettuare una serie di audizioni – riferisce il Presidente Stefano Borrello (SA) –: con il Presidente del Consiglio Valle abbiamo verificato gli aspetti procedurali rispetto all’iter del ricorso e alla costituzione in giudizio della Regione, con l’Avvocatura regionale abbiamo esaminato i profili giuridici legati ai motivi dell’impugnativa indicati dal ricorrente, con l’Assessore regionale all’ambiente abbiamo effettuato alcuni approfondimenti politici connessi alla costituzione in giudizio. Volevamo avere un momento di condivisione delle informazioni e di coordinamento anche alla luce del documento di indirizzo politico sulla futura gestione dei rifiuti approvato all’unanimità dalla terza Commissione allargata ai gruppi consiliari che non ne fanno parte e poi successivamente portata all’attenzione dell’Aula.»

All’ordine del giorno della Commissione c’era anche la tematica della gestione delle pratiche agricole da parte di Area VdA, l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura della Regione autonoma Valle d’Aosta.

“La Commissione prosegue il suo percorso, così come sollecitato dalla risoluzione del Consiglio Valle approvata il 10 ottobre scorso – spiega il Presidente Borrello –. Oggi, abbiamo sentito i referenti valdostani della Coldiretti, della CIA e della Confagricoltura, mentre giovedì 20 novembre prossimo riuniremo tutti i soggetti interessati, dal Direttore di Area VdA all’Assessore all’agricoltura ai responsabili dei Centri di assistenza agricola, al fine di condividere le problematiche emerse e andare a risolverle per dare le giuste risposte agli agricoltori che hanno lamentato ritardi nella liquidazione dei pagamenti del così detto "verde agricolo". 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società