Pollein scettico su ampliamento eliporto militare. Caveri: ?paure infondate?

L'aumento della rumorosità a seguito del potenziale incremento dell'attività di volo, la contiguità dell'eliporto con il parco pubblico della Grand-Place e il potenziamento della viabilità che si renderà necessaria poiché l'area,...
Società

L’aumento della rumorosità a seguito del potenziale incremento dell’attività di volo, la contiguità dell’eliporto con il parco pubblico della Grand-Place e il potenziamento della viabilità che si renderà necessaria poiché l’area, in quanto agricola, è attualmente servita da strade non adeguatamente dimensionate per i nuovi utilizzi, riassumono le preoccupazioni che il Consiglio comunale di Pollein ha espresso in un documento, approvato all’unanimità, in occasione dell’ultimo Consiglio comunale. Preoccupazioni che saranno presentate il 6 agosto nel corso di una riunione con i rappresentanti della Regione e del Comune di Aosta.

Il Comune corre ai ripari e si prende per tempo per evidenziare la propria scetticità rispetto alle opere di adeguamento e di ristrutturazione dell’eliporto militare di Pollein che rientrerebbero nell’accordo di programma tra il Ministero della Difesa e la Regione Valle d’Aosta per l’utilizzo, a fini di edilizia universitaria, di beni immobili delle Forze Armate. Il sindaco Paolo Gippaz cerca dunque chiarezza.

Preoccupazioni che per il presidente della Regione Luciano Caveri non avrebbero fondatezza dal momento che, come si precisa in una nota della Presidenza della Giunta, “nessun documento condiviso con il Ministero della Difesa parla di ampliamenti della struttura”. Caveri precisa inoltre che proprio ?il Sindaco di Pollein partecipa al gruppo di lavoro che sta preparando l’Accordo di Programma Quadro previsto nell’Intesa siglata il 22 maggio scorso dal Presidente Caveri e dal Ministro della Difesa Parisi e che quindi tutto ciò che sarà deciso in quella sede sarà condiviso con i rappresentanti del Comune, che hanno già da tempo ricevuto ampie rassicurazioni in merito al supposto impatto che gli interventi di ammodernamento sulla struttura militare comporterebbero nei confronti della comunità di Pollein”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società