Possibile chiusura del Cortile e del dormitorio, sindacati: “Danno economico e culturale”

"Appare evidente come, in entrambi i casi - scrivono i sindacati - la loro chiusura comporterà una grave perdita di risposte qualitativamente elevate a bisogni sostanziali che la comunità esprimeva".
Centro per le famiglier Il Cortile
Società

Sulla probabile chiusura del Centro per le famiglie “Il Cortile” ed il “Centro comunale per l’assistenza notturna”, annunciata nei giorni scorsi da Aostasera.it, prendono posizione i sindacati. In una nota unitaria scrivono i referenti del comparto funzione pubblica: "Appare evidente come, in entrambi i casi, la loro chiusura comporterà una grave perdita di risposte qualitativamente elevate a bisogni sostanziali che la comunità esprimeva; temiamo che in tempi di crisi quali gli attuali, tali necessità potrebbero assumere dimensioni sempre più consistenti e che non possano trovare il giusto riscontro solo nel volontariato, encomiabile per la sua presenza e per la sua opera, ma privo delle adeguate risorse per far fronte a problematiche così ingenti."

Per i sindacati le scelte dell’amministrazione comunale "non produranno i “benefici” economici di risparmio che il taglio di questi servizi vorrebbe comportare. Non da oggi le Organizzazioni Sindacali denunciano come la riduzione di servizi di validità sociale, determinino alla lunga un danno economico ancorché culturale, vuoi per la perdita di posti di lavoro in essere nelle strutture, oltre che per l’azzeramento di parte di quelle politiche pubbliche che inconfutabilmente salvaguardano un sistema sociale (costringendo poi le pubbliche amministrazioni ad interventi a livello individuale, ben più onerosi)."

I sindacati chiedono quindi al Comune di Aosta convocare "immediatamente le parti sociali, per discutere e trovare altre soluzioni, dando un segnale di riscossa collettiva invece che di rassegnazione."

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte