Prevenzione sanitaria: la Valle d’Aosta al primo posto in Italia

Ad assegnare il primo posto alla Regione è il rapporto dalla certificazione degli adempimenti previsti dal Piano nazionale della Prevenzione per l'anno 2007 dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.
Albert Lanièce
Società

Lode alla Valle d’Aosta nel campo della prevenzione sanitaria. Ad assegnare il primo posto alla Regione è il  rapporto dalla certificazione degli adempimenti previsti dal Piano nazionale della Prevenzione per l’anno 2007 dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.

L’analisi in particolare ha preso in esame le attività attuate nell’ambito della carta del rischio cardiocerebrovascolare, delle recidive cardiocerebrovascolari, del diabete, dell’obesità, delle vaccinazioni, degli incidenti domestici, degli infortuni sul lavoro, e degli screening della cervice uterina, del colon retto e del tumore della mammella .

“Sulla base delle undici linee d’attività del Piano stesso, – spiega in una nota stampa l’Assessore Lanièce la Valle d’Aosta ha raggiunto il valore medio d’attività pari al 93% che la pone al primo posto nella graduatoria ideale delle regioni; la Regione Emilia-Romagna e la Regione Lombardia hanno ottenuto un indice del 92%“.

“Questo risultato di grande eccellenza per la nostra Regione, – continua Lanièce –  premia gli sforzi compiuti dal nostro assessorato e dall’Azienda U.S.L. della Valle d’Aosta , per assicurare alla popolazione un alto livello di prevenzione contro l’insorgenza di malattie gravi o per coglierne la patologia iniziale prima che diventi conclamata“ .

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati