Proposta di legge per la gestione pubblica dell’acqua, avviata la raccolta di firme ad Aosta

E' scattata anche in Valle d'Aosta la raccolta di firme per la proposta di legge a favore dell'acqua pubblica. Al comitato promotore hanno aderito Arci, Attac, Cgil, Legambiente e Sps (Solidarietà, pace e sviluppo), che hanno...
Società

E’ scattata anche in Valle d’Aosta la raccolta di firme per la proposta di legge a favore dell’acqua pubblica.
Al comitato promotore hanno aderito Arci, Attac, Cgil, Legambiente e Sps (Solidarietà, pace e sviluppo), che hanno stabilito il loro quartier generale all’Espace Populaire di Aosta.

Nel capoluogo saranno allestiti numerosi banchetti per raccogliere adesioni, e da metà mese saranno disponibili i moduli per firmare anche negli altri comuni.
L’obiettivo del comitato è quello di raccogliere a livello nazionale le50.000 firme necessarie alla presentazione della proposta di legge di iniziativa popolare.
In base alla proposta di legge, l’acqua è definita come un bene pubblico inviolabile, sottratto ai principi della libera concorrenza.

Secondo Alex Glarey, dell’Arci Vda lo scopo dell’iniziativa è tanto quello di dare un apporto alla raccolta nazionale, quanto quello di avviare
un serio confronto pubblico su questo argomento.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società