“Quegli indennizzi sono offensivi”. La Regione valuta 1,31 euro al mq i terreni per la funivia

Nasce un comitato spontaneo ad Entrèves: i cittadini contestano l'importo di 1,31 euro per metro quadro dei rimborsi per gli espropri dei terreni che ospiteranno la nuova funivia del Monte Bianco. In 36 presentano citazione alla Corte d'appello di Torino.
Da sx Ephrem Truchet, Giuseppe Cardarone e  Fenoillet Donato
Società

Un euro e 31 centesimi. E' la proposta che una quarantina di proprietari si sono visti fare dalla Regione per l'esproprio dei terreni sui quali verrà costruita la nuova stazione di partenza della funivia del Monte Bianco. "Gli indennizzi sono tanto irrisori da risultare offensivi", è quanto sostengono i cittadini interessati, che si sono riuniti in comitato spontaneo. "Abbiamo cercato un dialogo con la regione – spiegano Ephrem Truchet, uno dei portavoce -, e in una lettera chiedevamo che ci fosse riconosciuto il valore. La Regione, invece, ci ha detto che quello era il prezzo che ritenevano giusto". Risposta che non li ha soddisfatti e che ha portato 36 di loro a presentare un atto di citazione alla Corte di appello di Torino. "Non siamo qui per giocare al rialzo – ancora Truchet – chiediamo solo quello che è giusto". La cifra minima, secondo loro, sarebbe di 56,81 euro, ovvero quanto la Rav aveva riconosciuto per l'esproprio di terreni nella stessa zona. "Il valore di mercato – spiegano – è addirittura di 91 euro".

In tutto saranno espropriati 16 mila metri quadri, che pagati 1,31 euro fanno circa 21 mila euro. Se gli fosse riconosciuto un indennizzo di 56,81, come ha fatto l'Arev, l'importo sarebbe di oltre 900 mila euro. Il progetto si aggira sui 100 milioni di euro, "1,31 euro sono una presa in giro – dice Giuseppe Cardarone, uno dei portavoce -, siamo dei cittadini, non dei sudditi e abbiamo dei diritti". Il comitato spera di trovare un punto di incontro con la Regione, se non lo trovasse e se anche da Torino non arrivasse la risposta desiderata i 36 giocheranno anche la carta della Corte di Strasburgo. Nel frattempo la prima gara per l'appalto della nuova funivia del Monte Bianco è andata deserta.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte