FOTOSocietà

Ultima modifica: 8 Luglio 2019 21:52

Saint-Denis: buona la prima di “Energia Regina”

Saint-Denis - Il primo concorso di scultura con motosega, realizzato in Valle d'Aosta, è stato vinto dall'elfo del bresciano Enrico Pilloni. La giuria tecnica e popolare si sono trovati concordi nel giudizio. Secondo posto per Fabrizio Ciarma di Cuneo mentre sul gradino più bassa  è salito Fabio Moriena di Torino.

Successo di pubblico per la prima edizione di Energia Regina, la manifestazione organizzata dal Comune di Saint-Denis con il contributo finanziario di Cva. Le tante attività, gratuite, proposte nel weekend hanno conquistato turisti e residenti, saliti nei boschi intorno all’ostello di Lavesé.

“Le iniziative sono piaciute. – spiega l’Assessore del comune di Saint-Denis, Rosy Faletti –  Partendo dallo yoga di sabato con una lezione che si è svolta ai margini del bosco, accompagnata dal canto degli uccellini, l’orienteering dove gli adulti si sono divertiti più dei bambini, la passeggiata che ha permesso di scoprire l’intero territorio, il nordic walking che ha intrattenuto i curiosi del concorso di scultura in attesa di vedere le opere finite. Il concorso stesso ha meravigliato tutti, sia per le opere realizzate, che per la capacità degli artisti di trasformare dei tronchi in sorprendenti sculture, in poco più di sette ore, utilizzando come unico attrezzo la motosega. Il pubblico ha risposto bene, soprattutto per la passeggiata e i più temerari dopo i 10 km sono risaliti per vedere le sculture finite”. Accompagnati dalle guide della natura, i partecipanti alla “Camminata della natura e delle energie” sono stati portati alla scoperta delle peculiarità del territorio, dalle pale eoliche, al ru Marseiller fino al Castello di Cly. I dieci chilometri, in discesa, del percorso sono stati intervallati da delle soste enogastronomiche, curate dalla Proloco e dalle aziende agricole del territorio.

Il primo concorso di scultura con motosega, realizzato in Valle d’Aosta, è stato vinto dall’elfo del bresciano Enrico Pilloni. La giuria tecnica e popolare si sono trovati concordi nel giudizio. Secondo posto per Fabrizio Ciarma di Cuneo mentre sul gradino più bassa  è salito Fabio Moriena di Torino.

Le opere andranno ora ad allestire il bosco incantato, che il comune ha intenzione di realizzare intorno all’Ostello di Lavesé.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>