Servizio civile regionale: 69 posti per giovani dai 16 ai 18 anni. Domande entro il 2 maggio

Il servizio civile regionale è rivolto ai giovani fra i 16 e i 18 anni, compiuti, e si svolgerà dal 13 giugno al 12 agosto. 24 i progetti presentati da diversi enti.
servizio civile
Società

C’è tempo fino al 2 maggio per fare domanda per uno die 69 posti a disposizione per la nuova edizione dell’iniziativa di Servizio civile regionale “Due mesi in positivo”, anno 2022.
24 i progetti presentati, che si svolgeranno dal 13 giugno al 12 agosto 2022.

“L’iniziativa vuole essere uno stimolo per i giovani di età compresa tra i 16 anni e i 18 anni, compiuti entro il termine di presentazione delle domande di iscrizione – spiega una nota –  di poter vivere un’esperienza di impegno sociale, di scoprire altre realtà e di fare nuove amicizie in un periodo così complesso, a causa della situazione sanitaria emergenziale che continua ad affliggere il mondo intero”.

Tutte le informazioni sui progetti, le modalità di iscrizione, il modulo di iscrizione e la locandina dei progetti sono consultabili e scaricabili sul canale tematico “Servizio civiledel sito istituzionale regionale e sul portale web QuiJeunes VDA curato dall’Ufficio politiche giovanili.

Le domande di iscrizione, da compilarsi sul modulo di iscrizione reperibile al link sopracitato, devono essere inoltrate esclusivamente via mail entro le 17 di lunedì 2 maggio 2022 all’indirizzo di posta elettronica serviziocivile@regione.vda.it. L’Ufficio competente si occuperà di accoglierle, di verificare i requisiti di ammissione e di fissare la data del colloquio di selezione che sarà fatta da una Commissione di valutazione appositamente nominata.

I 24 progetti approvati:

Progetti 2 mesi in positivo 2022
Progetti 2 mesi in positivo 2022
Progetti 2 mesi in positivo 2022
Progetti 2 mesi in positivo 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società