Servizio civile volontario: il progetto del Consorzio Trait d’Union prevede 4 posti nell’area dell’infanzia e dei minori

Asilo nido, garderie d'enfance, comunità per minori. Sono questi gli ambiti di impegno previsti per 4 giovani per l'esperienza di Servizio civile volontario, attraverso il progetto presentato dal Consorzio di cooperative...
Società

Asilo nido, garderie d’enfance, comunità per minori. Sono questi gli ambiti di impegno previsti per 4 giovani per l’esperienza di Servizio civile volontario, attraverso il progetto presentato dal Consorzio di cooperative sociali Trait d’Union. Il termine per presentare la domanda è fissato per giovedì 21 ottobre 2004.

I ragazzi e le ragazze che faranno richiesta andranno ad operare all’interno di servizi educativi gestiti dalla cooperativa sociale La Libellula e da due cooperative sociali aderenti al Consorzio Trait d’Union: La Sorgente, Noi e gli Altri.
Il Servizio civile volontario si è rivelato nella nostra regione un’importante esperienza formativa in un contesto di lavoro che ha già coinvolto numerose ragazze all’interno del Consorzio e delle cooperative aderenti. Il Servizio civile volontario può rappresentare un’occasione significativa di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico della nostra comunità.

Possono presentare domanda le ragazze fra i 18 e i 26 anni e i ragazzi riformati alla leva nella stessa fascia d’età. Il compenso mensile previsto è di 433,80 ? al mese per un impegno di 25 ore settimanali. Le domande dovranno essere presentate entro il 21 ottobre prossimo presso la sede del Consorzio di cooperative sociali Trait d’Union, in Via Monte Pasubio 24 ad Aosta (tel 0165 239656). I volontari selezionati potranno sperimentarsi, all’interno di contesti lavorativi, ma carichi di significati umani. I volontari opereranno, dopo una formazione iniziale, sempre a fianco di personale professionalizzato, a cui potranno riferirsi per utili confronti.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società