Spettacolo alla Croix noire per la Bataille di ferragosto. Alla notturna hanno applaudito in 2.500

Ancora un evento spettacolare per le Batailles de reines che, nella consueta eliminatoria notturna di ferragosto, ha avuto una cornice di 2.500 spettatori alla Croix noire. Ad eccezione di Bayonne di Elio Cerisey - seconda alla regionale...
Società

Ancora un evento spettacolare per le Batailles de reines che, nella consueta eliminatoria notturna di ferragosto, ha avuto una cornice di 2.500 spettatori alla Croix noire. Ad eccezione di Bayonne di Elio Cerisey – seconda alla regionale del 2006 e che ieri ha conquistato il bosquet della prima categoria – per tutte le altre grandi regine è stato il momento della resa dei conti.
Nella lista delle iscritte nei pesi massimi figuravano nomi come Guerra di Michele Bionaz, Feisan di Gino Bétemps e ancora Baronne di Dario Bétemps. Le ex regina regionale di Bionaz, dopo una carriera strepitosa, ha rifiutato il combattimento al primo turno, sintomo evidente che gli anni passano anche per lei, Feisan è stata sconfitta al secondo turno dalla futura regina mentre per Baronne (regina qui lo scorso anno) la strada si è fermata negli ottavi di finale contro una bovina di Wilma Cerise cha ha poi perso senza combattere al turno successivo.

Prima categoria
Bayonne di Elio Cerisey evidentemente si trova a suo agio in questa arena. Dopo il secondo posto lo scorso 15 agosto qui alla Croix Noire e l’importantissimo secondo posto alla finale regionale, quest’anno è riuscita ad arrivare fino in fondo uscendo dall’arena con il bosquet sulla fronte. Al secondo posto si è piazzata un’altra vecchia conoscenza delle batailles, vale a dire Magneun di Davide Ramires (cinque qualificazioni per lei)Si sono fermate in semifinale Bonsai di Martino Brun e Suisse di Elio Cerisey eliminate rispettivamente dalla reina e dalla vice reina.

Seconda categoria
La favorita, Promesse di Patrik Brocard, non ha smentito le attese sbaragliando la concorrenza, non senza qualche difficoltà a dire il vero. In semifinale infatti, contro Moustyque di Davide Ramires, detentrice del titolo qui all’arena negli ultimi due anni, non ha avuto vita semplice ma dopo qualche attacco respinto è riuscita ad avere la meglio. In finale poi ha superato Gitane di Edy Henriet che in semifinale aveva eliminato a sua volta Feronda di Franco Borroz autrice di un bellissimo concorso.

Terza categoria
Nella categoria più leggera dopo una lunga fase di studio Tonnere di Ezio e Davide Viérin di Gressan e Negra dei F.lli Viérin di Pollein hanno dato vita ad una bellissima finale che ha entusiasmato il numeroso pubblico. Alla fine ad avere la meglio è stata Tonnere che ha dimostrato di esser leggermente superiore a Negra dal punto di vista fisico.In semifinale si sono fermate Iena di Luciano Cuc e Bandit di Aurelio Crétier che conquista così la sua settima qualificazione per la finale.

Prossimo appuntamento domenica 19 agosto al colle del Piccolo San Bernardo in concomitanza con la ? Fête des Bergers?.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società