Tumore al seno, tornano le iniziative della Lilt di prevenzione

55mila nuovi casi ogni anno, con un trend in crescita. Una donna su 8 ne è colpita, con un'età in progressivo calo. Nella nostra regione il reparto di oncologia segue circa 400 donne in follow up e circa 70 donne in trattamento attivo. In occasione della campagna Nastro Rosa visite senologiche gratuite.
Barmasse Luberto
Società

Per la pandemia tumori, così come per il Covid, serve un bollettino quotidiano che aggiorni i cittadini sulle persone che ogni giorno muoiono di tumore  e quelle guarite. La provocazione arriva dalla Lilt, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, durante la presentazione della settimana di prevenzione dei tumori al seno.

55mila nuovi casi ogni anno, con un trend in crescita. Una donna su 8 ne è colpita, con un’età in progressivo calo. Nella nostra regione il reparto di oncologia segue circa 400 donne in follow up e circa 70 donne in trattamento attivo. Nel 2019 il centro accoglienza servizi – ambulatorio oncologia ha eseguito 126 visite, 125 nel 2020 e 125 nel 2021.

La Valle d’Aosta già da alcuni anni ha ampliato la platea dei soggetti a cui è rivolto lo screening gratuito: da 45 a 72 anni, ma il consiglio è di anticipare ai 40 anni l’effettuazione di una mammografia.

“L’attenzione deve essere per le più giovani” spiega il Presidente della Lilt VdA Salvatore Luberto “Bisogna impegnarsi, anche economicamente, per arrivare prima”. In particolare l’associazione chiede di concentrare le risorse per chi ha una familiarità e ha quindi maggior rischi di sviluppare un tumore. L’Associazione sta organizzando per portare la prevenzione già nelle ultime due classi delle scuole superiori, insegnando alle ragazze l’autopalpazione.

“Stanno aumentando i casi in età più giovani” ricorda l’Assessore regionale alla Sanità Roberto Barmasse “e soprattutto a quest’età il tumore si presenta con caratteristiche di aggressività maggiori. E’ importante per questo conoscere il proprio corpo per riscontrare piccole anomalie”. La prevenzione primaria e secondaria assieme alla medicina predittiva e alla terapia molecolare hanno portato al 90% di tassi di guarigione.

Da stasera e per tutto il mese di ottobre il castello di Aymavilles si tingerà di rosa per ricordare la campagna “Nastro rosa”. Inoltre la Lilt VdA come sempre organizza delle visite senologiche gratuite (Info e prenotazioni allo 0165 31331).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società