Una delegazione valdostana ha preso parte all’incontro bilaterale dei ministri dei trasporti di Italia e Svizzera

Il futuro della direttrice ferroviaria fra Aosta e Martigny è stata al centro della seduta ufficiale della Bilaterale fra Italia e Svizzera che si è svolta ieri a Regensberg, in Svizzera. All'incontro, presieduto...
Società

Il futuro della direttrice ferroviaria fra Aosta e Martigny è stata al centro della seduta ufficiale della Bilaterale fra Italia e Svizzera che si è svolta ieri a Regensberg, in Svizzera.
All’incontro, presieduto dal ministro svizzero Moritz Leuenberger e dal ministro italiano Pietro Lunardi, ha partecipato anche una delegazione della Valle d’Aosta composta dall’assessore Luciano Caveri, dal senatore Augusto Rollandin e dal deputato Ivo Collé. Ribadito durante l’incontro l’interesse della Confederazione elvetica per il progetto di costruzione di un attraversamento ferroviario delle Alpi.
Il ministro svizzero ha dato anche atto della complessità dell’opera e del suo inserimento nell’attuale sforzo ideativo e finanziario.
Le decisioni assunte riguardano quindi la costituzione di un comitato tecnico al quale far partecipare anche esponenti della Valle d’Aosta e del Canton Valais che prenda atto del lavoro svolto fino ad oggi e proponga suggerimenti e idee per il futuro, da sottoporre ad un prossimo incontro dei Ministri.
Soddisfatta la delegazione valdostana anche per le le dichiarazioni dell’amministratore delegato della Rete Ferroviaria Italiana, che ha confermato la volontà di modernizzare la linea ferroviaria attuale nel sistema Torino-Chivasso-Aosta e la volontà di realizzare il cosiddetto “baffetto ferroviario” tra Montanaro e Torino che ridurrebbe di molto i tempi di percorrenza tra Aosta e Torino.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società