Unioni civili, il 23 gennaio mobilitazione ad Aosta

L'iniziativa arriva in occasione della discussione al Senato, a partire dal 26 gennaio 2016, del DDL Cirinnà, che disciplina le unioni civili.
Società

Anche Aosta è fra le "Tante Piazze per Raccontare l’Uguaglianza", la mobilitazione lanciata da Arcigay Nazionale, Arcilesbica, Agedo, MIT e Famiglie Arcobaleno per sabato 23 gennaio. L’iniziativa arriva in occasione della discussione al Senato, a partire dal 26 gennaio 2016, del DDL Cirinnà, che disciplina le unioni civili.

Nel capoluogo regionale l’appuntamento è in Piazza Emile Chanoux a partire dalle 15 ed è organizzata da Arcigay VdA e da altre associazioni e movimenti che ne hanno condiviso lo spirito.

"Per anni, la nostra associazione, ha sempre lottato per il raggiungimento del matrimonio egualitario nel nostro Paese. Le nostre voci nelle piazze e nei cortei dei Pride si sono tramutate in silenzio da parte delle Istituzioni fino ad arrivare ad un disegno di legge che lascia ancora numerosi dubbi. – sottolinea in una nota Samuele Tedesco, presidente di Arcigay Valle d’Aosta, afferma –  E’ proprio per questo motivo che il Ddl Cirinnà non dovrà rappresentare un punto di arrivo per la nostra associazione, bensì un punto di partenza per arrivare alla piena estensione dell’uguaglianza morale e giuridica delle persone omosessuali all’interno del nostro ordinamento, allargando dunque l’accesso al matrimonio civile anche per le coppie dello stesso sesso. L’articolo 67 della Costituzione Italiana, inoltre, afferma che i membri del Parlamento rappresentano l’intera nazione. Chiediamo dunque ai Parlamentari di rappresentare anche le migliaia di figli all’interno delle famiglie omogenitoriali senza alcun diritto, gli omosessuali, i transessuali, l’intero movimento che ad oggi è stato privato della sua voce e dei suoi diritti".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società