Vandali abbattono due Vélo Ok a Charvensod, il Sindaco inventa un “decalogo” per chi non sa gestire la tensione

Poche cose come un atto di vandalismo fanno perdere le staffe ad un Amministratore pubblico. Sentimento che sicuramente ha provato anche Ronny Borbey, Sindaco di Charvensod, quando ha visto abbattuto due dissuasori installati lungo la strada. Il Primo cittadino, però, ha giocato la carta del sarcasmo.
Il Vélo Ok abbattuto a Charvensod
Società

Poche cose sono sgradevoli come vedere un bene – a maggior ragione se pubblico – rovinato e volutamente vandalizzato. E poche cose come un atto di vandalismo, inspiegabile e totalmente gratuito, fanno perdere le staffe ad un Amministratore pubblico.

Sentimento che sicuramente ha provato anche Ronny Borbey, Sindaco di Charvensod, quando ha visto abbattuto due Vélo Ok installati sul suo Comune.

Il Primo cittadino, però, ha giocato la carta del sarcasmo, stilando un vero e proprio “Decalogo per chi non sa gestire la tensione” affidato ai social, e che meritava anche un piccolo cappello introduttivo: “Ti suggerisco un decalogo che ti può aiutare a evitare di sfogare la tua tensione contro dei beni pubblici, nel caso specifico due strumenti di rilevazione della velocità, posizionati, a loro volta, per chi non sa controllare la pressione del piede sull’acceleratore”.

Dieci suggerimenti dieci che oltre a “bacchettare” i vandali, approfittano per consigliare un po’ di attività – sicuramente più produttive – da fare a Charvensod.

Il Decalogo del Sindaco

  1. Fai una passeggiata lungo il nuovo sentiero “Della cascata”, tra Ponteille e Comboé, lo stupendo passaggio ti rilasserà sicuramente;
  2. Raggiungi la vetta della Becca di Nona, da lassù urla la tua rabbia repressa, ti sentiranno fino in Inghilterra;
  3. Aderisci all’iniziativa “Adotta un fiore”, i fiori hanno lo straordinario potere di addolcire anche gli animi più inquieti;
  4. Partecipa alle corvées organizzate dall’amministrazione comunale, picco e pala sono un efficace strumento per scaricare le energie;
  5. Adotta uno spiazzo pubblico, un pezzo di marciapiede o di strada comunale, la scopa ti aiuterà a spazzare via la frustrazione;
  6. Aderisci a una delle tante associazioni comunali, fare qualcosa per la propria comunità aiuta a essere meno autoreferenziali;
  7. Chiedi ai Le Digourdì di poter partecipare alle loro iniziative, il teatro è efficace per autoesaminarsi;
  8. Cammina, per almeno 10.000 passi al giorno, sarai così stanco che non avrai nemmeno la forza di alzare un dito;
  9. Candidati alle prossime elezioni comunali, imparerai a rispettare ciò che devi amministrare;
  10. Fatti una buona mangiata e una sana bevuta con i prodotti di Charvensod, una corretta alimentazione aiuta il cervello a funzionare meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società