Centro sportivo esercito Courmayeur, gli alpini preoccupati per il possibile trasferimento

La preoccupazione a seguito delle "insistenti voci di prossimi trasferimenti volontari di atleti nelle caserme di Brunico e San Candido".
Centro sportivo esercito Courmayeur
Sport

Era fra gli argomenti dell’ultimo Consiglio regionale, poi slittato a seguito delle dimissioni dell’Assessora Certan e di tutto l’Ufficio di presidenza. Stiamo parlando del possibile trasferimento del Centro sportivo esercito di Courmayeur. A mettere nero su bianco la preoccupazione per le “insistenti voci di prossimi trasferimenti volontari di atleti nelle caserme di Brunico e San Candido”  sono in una nota gli alpini in congedo della Valle d’Aosta.

I trasferimenti, si legge in una nota  “creerebbero presupposti seri per un asse sportivo proiettato verso l’Alto Adige”, “un primo passo per la costituzione di un piccolo C.S.E. al di fuori della nostra Regione, depauperando progressivamente la ricchezza e la tradizione di un patrimonio nato e consolidato in Valle d’Aosta , con il timore che, a Courmayeur, la gloriosa struttura possa diventare sede di ricettività diverse da quelle sportive”.

Gli alpini in congedo ricordano, quindi, come per il sesto anno consecutivo il Cse è stato premiato quale migliore Società Sportiva Italiana Assoluta tra le oltre mille affiliate al mondo dello sci e della neve. “Un risultato che riafferma e ribadisce come, a Courmayeur, dirigenti, allenatori ed atleti lavorino con estrema professionalità, supportati da strutture e tecnici sempre all’avanguardia in tema di aggiornamenti”.

“La Valle d’Aosta ed i suoi giovani che si avvicinano agli sport della neve e del ghiaccio – prosegue la nota –  hanno nel Cse un punto di riferimento essenziale ed anche l’Ente Pubblico, per quanto previsto dalle proprie competenze, si è sempre reso disponibile ad integrare e rafforzare le capacità di offrire impianti in loco, tali da garantire il più ampio spettro per la pratica agonistica”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati